Accedi
Commenti

FFS, priorità al trasporto merci

Lo ha deciso oggi il Consiglio degli Stati sconfessando così governo e Consiglio nazionale

Le Ferrovie federali devono continuare a fornire prestazioni nel traffico merci come compito principale. Lo ha deciso oggi il Consiglio degli Stati sconfessando così governo e Consiglio nazionale che intendono togliere quest'obbligo dalla Legge sul trasporto di merci (LTM).

La modifica della LTM, approvata dalla Camera dei cantoni con 40 voti e 4 astenuti, ha come obiettivo lo sviluppo sostenibile e la complementarità dei vari mezzi di trasporto, nonché la creazione di strutture adeguate alle quali tutte le imprese avranno accesso senza discriminazioni.

I treni merci non dovranno più sistematicamente cedere la precedenza a quelli viaggiatori. I gestori dell'infrastruttura dovranno elaborare un piano di utilizzazione della rete allo scopo di conservare le capacità necessaire.

Con 25 voti contro 17 e un astenuto, i "senatori" non hanno però voluto lasciare alle FFS la libertà di scegliere quali servizi vogliono offrire nel traffico merci. Il timore è che si concentrino solamente sulle tratte più lucrative, tralasciando quelle periferiche, ha sostenuto Markus Stadler (PVL/UR).

La ministra dei trasporti Doris Leuthard ha invano sostenuto un "adeguamento alla realtà": una maggiore flessibilità è necessaria, ha affermato. Georges Theiler (PLR/LU) ha ricordato che in Europa le imprese ferroviarie godono di maggiore libertà.

Il Nazionale voleva spingersi oltre, e trasformare FFS Cargo SA in un'azienda autonoma separata dalle Ferrovie federali svizzere. Con 30 voti contro 11, gli Stati hanno respinto la mozione in tal senso proposta dalla Commissione dei trasporti della Camera del popolo.

"Fino a prova contraria la struttura giuridica attuale è quella giusta", ha sostenuto Paul Rechsteiner (PS/SG). In ogni caso, prima di decidere la scorporo di FFS Cargo occorre chiarire bene quali siano le conseguenze, ha aggiunto René Imoberdorf (PPD/VS) a nome della commissione. Questo sarà fatto tramite un postulato, tacitamente approvato oggi dalla Camera.

ATS | 4 giu 2015 12:48

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'