Paola Grizzetti candidata alla presidenza della Commissione internazionale para-rowing
L’allenatrice del Club Canottieri Lugano è proposta dalla Federazione italiana delle società di canotaggio
di Americo Bottani
Paola Grizzetti candidata alla presidenza della Commissione internazionale para-rowing

L’allenatrice del Club Canottieri Lugano, Paola Grizzetti è proposta dalla Federazione italiana delle società di canottaggio alla presidenza della Commissione para-rowing della Federazione internazionale (FISA), posizione attualmente occupata da Fay Ho di Hong Kong.

La Grizzetti è nata a Locate Varesino in provincia di Como nel 1965. Ha iniziato a remare a15 anni. Dal 1981 al 1993 vince 9 medaglie d’oro, 3 d’argento ed altrettante di bronzo ai Campionati italiani. Nel 1982 e nel 1984 conquista 2 “ori” alla Coppa delle nazioni e nel 1983 un “bronzo” ai campionati mondiali di Duisburg. Nel 1984, con altre tre compagne, ottiene un prestigioso 6° rango ai Giochi olimpici di Los Angeles. Dopo il ritiro dall’attività agonistica è stata responsabile della Commissione tecnica della Federazione italiana nel settore para-rowing. Carica che ha ricoperto fino al 2012. In seguito ha svolto lo stesso ruolo per la nazionale israeliana. Dal 1. gennaio 2016 la Grizzetti è alla guida tecnica del sodalizio remiero luganese.

È sposata con Giovanni Calabrese, medaglia di bronzo nel doppio ai Giochi olimpici di Sydney nel 2000.

Paola Grizzetti può essere considerata una coraggiosa pioniera del settore canottaggio per disabili creato nel 2002 ai tempi in cui tanti allenatori ritenevano un’inutile perdita di tempo lavorare con questa categoria di atleti. Pur avendo ottenuto risultati di tutto rispetto tra cui uno storico “oro” ai Giochi olimpici di Pechino nel 2008, lo staff tecnico della Federemiera italiana non la conferma nell’incarico preferendo Dario Naccari, tecnico di valore internazionale ma senza esperienza diretta a contatto con il canottaggio paralimpico.. Le Paralimpiadi del 2016 a Rio sono un mezzo disastro per la nazionale italiana. Dopo l’oro di Pechino e le due finali di Londra, non qualifica alcun equipaggio per l’atto conclusivo della competizione di Rio de Janeiro. L’unica medaglia italiana (bronzo) la vince proprio Paola Grizzetti, allenatrice della singolista israeliana Moran Samuel..

Quella percorsa dal 2002 al 2012 sotto la responsabilità della Grizzetti, per il presidente Giuseppe Abbagnale e compagni, era evidentemente la strada sbagliata. Dieci anni cancellati con un pensiero di cinque righe!

Dopo 8 anni, sembra alquanto strana la decisione della Federazione italiana di proporre la Grizzetti alla testa della Commissione internazionale. Una candidatura fortemente voluta dal presidente Abbagnale e dal suo Consiglio direttivo. Per ora, il Club Canottieri Lugano con alla testa il suo presidente Claudio Pagnamenta, fa naturalmente tifo per la Grizzetti. La concorrenza non manca ma le eccellenti credenziali della “luganese d’adozione” fanno ben sperare.

Sorvegliare e promuovere il canottaggio e le persone con disabilità (para-rowing) a livello nazionale e internazionale sono gli scopi della speciale commissione.

  • 1