“Infortunio complicato anche per un giovane”
Il Re del tennis elvetico dovrà sottoporsi a una nuova operazione al ginocchio dopo l’infortunio che lo ha costretto a saltare le olimpiadi. Abbiamo parlato delle possibilità di recupero con il dottor Marco Marano, specialista di ortopedia e traumatologia
Redazione
“Infortunio complicato anche per un giovane”

È di domenica 15 agosto la notizia di una nuova operazione al ginocchio per Roger Federer, che come prevedibile farà slittare di diversi mesi il rientro alle competizioni del 40enne campione svizzero. Riuscirà il “Re” a recuperare, dopo aver già dovuto salutare le olimpiadi e il sogno di una medaglia? I colleghi dello sport di Teleticino lo hanno chiesto al Dott. Marco Marano, specialista in ortopedia e traumatologia.

“Problematica complicata anche per un giovane”
“È chiaro che la risposta dipende dal tipo di intervento che verrà fatto e dalla problematica che si andrà a trattare”, spiega Marano, che specifica come lo staff sia stato “molto attento ad evitare che trapelasse qualsiasi tipo di notizia, infatti nel comunicato non si è entrati nello specifico. Verosimilmente però le problematiche di cui si parla sono di natura cartilaginea e queste sono molto complicate da gestire, già in un atleta giovane, e richiedono delle tempistiche molto lunghe. Ovviamente queste complicazioni aumentano con l’avanzare degli anni e quindi i tempi di recupero saranno verosimilmente ancora più lunghi rispetto a un atleta più giovane”.

“Importante bilanciare gli appuntamenti”
È possibile che questo infortunio possa avere un influsso sui futuri appuntamenti del campione svizzero? “Direi di sì, in quanto una delle componenti più importanti, come visto nelle ultime stagioni, sarà di modulare attentamente i carichi e quindi di gestire la stagione in maniera intelligente, perché per poter preservare le proprie articolazioni sarà fondamentale per lui evitare che queste siano sottoposte a stress importanti. Quindi uno dei fattori importanti sarà proprio la programmazione scientifica della stagione oltre che ovviamente il discorso legato alla riabilitazione e rinforzo della muscolatura, sui quali è sicuramente seguito al top da professionisti di altissimo livello”.

  • 1