Il Rotsee già orientato al 2021
Il programma delle regate del 2021 sul bacino lucernese si aprirà con l’ultima prova supplementare per la qualificazione ai Giochi olimpici
di Americo Bottani
Il Rotsee già orientato al 2021
Roman Röösli (a sinistra) e Barnabé Delarze vincitori della Coppa del mondo 2019 nel doppio élite

Il programma delle regate del 2021 sul bacino lucernese del Rotsee si aprirà con l’ultima prova supplementare per la qualificazione ai Giochi olimpici di Tokyo e culminerà con la seconda regata di Coppa del mondo (21-23 maggio). “Non vedo l’ora di tornare sul bacino amico dopo questo lungo periodo senza gare e senza Rotsee. Le gare saranno sicuramente emozionanti e ricche di sorprese, soprattutto perché molti equipaggi non sanno esattamente cosa aspettarsi dopo una così lunga assenza dalla scena agonistica.. Il ‘divino’ bacino lucernese riesce sempre a regalarti grandi emozioni”. È quanto ci ha confidato Roman Röösli (RC Sempach), medaglia d’argento ai Campionati europei 2019 in compagnia del losannese Barnabé Delarze.

“Dal punto di vista logistico siamo fiduciosi di poter superare le carenze finanziarie causate dalla cancellazione della regata di quest’anno e, dopo molti sforzi e trattative, non ci aspettiamo un significativo indebolimento della nostra situazione finanziaria. Ringraziamo tutti coloro che ci hanno sostenuto in questi tempi difficili e ci permettono di affrontare le sfide che ci attendono. Purtroppo, però, la città di Lucerna perderà più di 10.000 pernottamenti e il relativo valore aggiunto per il 2020. Mentre ci aspettiamo un entusiasmante ritorno al ‘lago degli Dei’ nel maggio 2021, la regata di Coppa del mondo 2021 sarà una grande sfida per tutti gli ‘addetti ai lavori’. Dal un lato ci sono le incertezze per quanto riguarda le sponsorizzazioni e delle entrate degli spettatori, dall’altro la situazione richiede ulteriori misure di sicurezza che hanno un impatto sul budget. Non sapendo come si svilupperà la situazione di COVID-19, ciò richiede una pianificazione flessibile con diversi scenari”, ”– ci dice il presidente della regata lucarnese Andreas Bucher. Il timoniere del principale evento remiero internazionale non nasconde le sue preoccupazioni. “Presumiamo che gli effetti della pandemia COVID-19 sull’economia e quindi sui preventivi della regata si faranno sentire ancora nel 2021. Apprezziamo ancora di più la collaborazione con tutti gli sponsor e speriamo di mantenere la nostra partenship con loro malgrado la difficile situazione in cui è confrontata l’economia nazionale. L’energia sprigionata dagli spettatori e il carisma generale della regata sono tuttavia motivo di grande orgoglio per il nostro evento. Speriamo di avere un ambiente sociale nella primavera del 2021 che permetta di poter contare su una massiccia presenza di spettatori. Ciò richiederà – conclude Andreas Bucher – importanti adeguamenti dell’infrastruttura e misure di sicurezza supplementari, che – a seconda dello scenario – comporteranno notevoli costi aggiuntivi. Stiamo affrontando le sfide che ci attendono ispirati dalla forza e dalla volontà dei nostri atleti. Vogliamo festeggiare questo atteso ritorno nel migliore dei modi a soddisfazione di tutti gli ‘addetti ai lavori:’ atleti, sponsor e spettatori”.

  • 1