Il luganese Martino Singenberger candidato alla presidenza di Swiss Rowing
Tre sono i candidati alla carica di presidente che hanno soddisfatto le aspettative di un’apposita commissione esaminatrice. l luganese Singenberger è pure candidato alla carica di vice-presidente in rappresentanza dell’area latina
di Americo Bottani
Il luganese Martino Singenberger candidato alla presidenza di Swiss Rowing

Sabato scorso, in ossequio alle norme sanitarie, si è tenuta in video conferenza, l’assemblea dei presidenti dei 76 club facenti parte di SWISS ROWING. All’ordine del giorno figurava l’ufficializzazione delle candidature alla presidenza, rispettivamente alla vice presidenza, della Federremiera elvetica per il prossimo quadriennio. Per raggiunti limiti statutari lascia l’attuale timoniere, l’avvocato ginevrino Stéphane Trachsler in carica dal 2013. Tre sono i candidati alla carica di presidente che hanno soddisfatto le aspettative di un’apposita commissione esaminatrice: Eric Pfister, proposto dal See Club Arbon, l’attuale vice-presidente, Neville Tanzer del Forward Rowing Morges e l’ing. Martino Singenberger, proposto, oltre che dal Club Canottieri Lugano di cui è stato presidente dal 1995 al 2008, dal comitato della Federremo ticinese e sostenuto da tutti i cinque club cantonali.

Il luganese Singenberger è pure candidato alla carica di vice-presidente in rappresentanza dell’area latina, unitamente a Régis Joly del Club Aviron Nyon.

Martino Singenberger, classe 1967, si è laureato campione svizzero juniores nel 1985 in un otto misto Lugano/Ceresio. È stato ideatore della regata svizzera a Varese negli anni 2009 e 2010. Ha partecipato a diversi progetti della Federazione volti a promuovere maggiormente il canottaggio nell’intera Confederazione. Dal 2017 è capo regate di Swiss Rowing succedendo a Urs Fankhauser.

Le nomine sono previste sabato 5 dicembre in occasione dell’assemblea ordinaria, inizialmente prevista a Zurigo ma che, per il perdurare della pandemia di Covid-19, si terrà in video-conferenza.

  • 1