L’Ambrì inaugura il nuovo impianto con una vittoria
La compagine di Cereda offre un’ottima prestazione e supera il Friborgo con un netto 6-2
di Thomas Schürch
L’Ambrì inaugura il nuovo impianto con una vittoria
© CdT/Gabriele Putzu
L’Ambrì inaugura il nuovo impianto con una vittoria

Serata di festa per l’Ambrì. I biancoblù, di fronte a 6’775 spettatori, si impongono 6-2 contro il Friborgo nella prima partita ufficiale giocata nel nuovo stadio multifunzionale.

Roboante avvio dei biancoblù
L’Ambrì impiega solo 01’24’’ per portarsi in vantaggio con Kneubuehler, primo giocatore ad andare a segno nella nuova pista leventinese. Gli uomini di Cereda hanno subito l’occasione di giostrare con l’uomo in più e al 03’42’’ ottengono il punto del raddoppio grazie a Kozun.

Costretti a rincorrere, i burgundi alzano il baricentro, approfittando di un powerplay per installarsi nel terzo di difesa biancoblù. Superati però senza conseguenze i due minuti di inferiorità numerica, sono di nuovo i ticinesi a trovare la via del gol; il marcatore è Kozun (doppietta) che ribadisce in rete una respinta di Hughes. Incassato il 3-0, lo stesso Hughes lascia la porta friborghese a Berra all’08’52’’. I romandi non concretizzano poi una nuova situazione di cinque contro quattro, ma riescono comunque ad accorciare le distanze all’11’26’’ con Walser, servito da Marchon. Si tratta dell’ultima rete del primo periodo, che si chiude sul parziale di 3-1.

Allungo leventinese
Al 03’39’’ del periodo centrale i sopracenerini riportano a tre le lunghezze di vantaggio; il marcatore è Isacco Dotti, che recupera caparbiamente il disco nel terzo avversario e supera Berra. Trascorrono meno di due minuti e i padroni di casa si fanno sorprendere in contropiede: Jörg e Bykov si sganciano in avanti e l’attaccante di origine russa va in gol in shorthand. La frazione di mezzo scorre via e a soli 24’’ dalla seconda pausa l’Ambrì trova il 5-2 grazie a Mcmillan, il cui appoggio deviato da Sutter finisce in fondo al sacco.

In avvio di terza frazione tocca a Zaccheo Dotti realizzare la rete del definitivo 6-2 finale.


Tabellino:

HC Ambrì-Piotta-Friborgo Gottéron 6-2 (3-1) (2-1) (1-0)
Reti: 01’ 24’’ Kneubuehler (Kozun, Burren) 1-0; 03’42’’ Kozun (Heim, Hietanen, in 5 c. 4) 2-0; 08’52’’ Kozun (Kneubuehler, I. Dotti) 3-0; 11’26’’ Walser (Marchon) 3-1; 23’39’’ I. Dotti 4-1; 25’22’’ Bykov (Jörg, Furrer, in 4 c. 5!) 4-2; 39’36 McMillan (Hächler) 5-2; 42’15’’ Z. Dotti 6-2
Arbitri: Wiegand e Fluri (Cattaneo e Fuchs)
Penalità: 6x2’ contro Ambrì; 5x2’ contro Friborgo
Ambrì-Piotta:
Conz; Fora (C), I. Dotti; Hietanen, Burren; Fohrler, Z. Dotti; Hächler; Kozun, Regin, Kneubuehler; Bürgler, Heim, Zwerger; Pestoni, Grassi, McMillan; Trisconi, Kostner, Bianchi; Dal Pian; Allenatore: Cereda
Friborgo: Hughes (Berra dal 08’52’’); Gunderson, Sutter; Diaz, Furrer; Kamerzin, Chavaillaz; Jecker; Sprunger (C), Bykov, DiDomenico; Marchon, Walser, Jörg; Brodin, Desharnais, Mottet; Bougro, Schmid, Jobin; Rossi; Allenatore: Dubé
Note: 6’775 spettatori (tutto esaurito)

Gli altri risultati di serata:
Davos-Berna 3-1
Rapperswil-Bienne 4-6
Langnau-Ginevra-Servette 4-5 dr
Zugo-Zurigo 5-4 ds

Classifica Lna:
1. Bienne 3/9; 2. Zugo 3/8; 3. Friborgo 3/6; 4. Ambrì-Piotta 2/5; 5. Zurigo 3/5; 6. Langnau 2/4; 7. Davos 2/3; 8. Lugano 2/3; 9. Ginevra 2/2; 10. Losanna 1/0; 11. Ajoie 1/0; 12. Berna 3/0; 13. Rappersil 3/0

  • 1