Il Lugano torna dai Grigioni senza punti
Il Davos scava il solco nel periodo centrale e si impone per 3-1
di Thomas Schürch
Il Lugano torna dai Grigioni senza punti
© CdT/Gabriele Putzu

Terza sconfitta in sei giorni per il Lugano. Gli uomini di McSorley, sempre privi di Schlegel, Loeffel, Riva, Herburger, Josephs e Carr, vengono battuti 3-1 a Davos.

Nessun gol
Il Lugano ha una buona entrata in materia e si fa vedere subito in avanti con Thürkauf e Bertaggia. Tocca poi ai grigionesi aumentare il ritmo e rendersi pericolosi con Bromé. I sottocenerini beneficiano quindi di un powerplay ma, malgrado due tiri insidiosi di Fazzini, il ‘box’ dei gialloblù regge. Tornati a cinque contro cinque, i padroni di casa si costruiscono un’interessante opportunità con Rasmussen, che devia il disco sulla parte superiore della porta di Fatton.

L’occasione migliore per il Davos capita al 18’20’’’ a Bromé, che si invola da solo verso l’estremo difensore bianconero, ma non riesce a superarlo. Nel finale di frazione c’è spazio ancora per i tentativi di Wieser e Stransky da una parte e di Bertaggia e Müller dall’altra. Dopo venti minuti il parziale è ancora fermo sullo 0-0.

Grigionesi in fuga
Nel secondo periodo il Lugano trova la via del gol ma gli arbitri, dopo aver rivisto l’azione, annullano la rete di Vedova perché realizzata con il guantone. Sono quindi gli uomini di Wohlwend a portarsi in vantaggio al 28’43’’ grazie a Julian Schmutz, che sfugge alla retroguardia ticinese e batte il portiere avversario da due passi. I gialloblù hanno poi un powerplay a disposizione e sfruttano l’opportunità per raddoppiare con Ambühl al 34’14’’. La compagine di McSorley accusa il colpo e, malgrado il rigore di Ambühl neutralizzato da Fatton, è costretta a capitolare per la terza volta sul tiro di Stoop. A 34 secondi dalla sirena i bianconeri riescono ad andare a segno, ma anche questa volta la rete non viene convalidata. Dopo 40 minuti il punteggio è dunque di 3-0.

Cambia solo il parziale
Nell’ultima frazione c’è spazio ancora per la rete realizzata da Morini al 43’47’’. La sfida termina dunque sul risultato di 3-1 in favore del Davos.
Da segnalare l’esordio tra le fila bianconere del giovane Riccardo Werder.


Tabellino:

HC Davos-HC Lugano 3-1 (0-0) (3-0) (0-1)
Reti:
28’43’’ J. Schmutz 1-0; 34’14’’ Ambühl (Bromé, D. Egli, in 5 c. 4) 2-0; 38’02’’ Stoop 3-0; 43’47’’ Morini (Fazzini) 3-1
Arbitri:
Tscherrig e Stolc (Progin e Duarte)
Davos:
S. Aeschlimann; D. Egli, Wellinger; Heinen, Nygren; Zgraggen, Jung; Barandun; M. Wieser, Prassl, Ambühl (C); Stransky, Rasmussen, Bromé; Simic, Nussbaumer, Frehner; Knak, C. Egli, J. Schmutz; Allenatore: Wohlwend
Lugano: Fatton; Alatalo, Wolf; Nodari, Müller; Chiesa, J. Näser; Ugazzi; Fazzini, Arcobello (C), Walker; Bertaggia, Thürkauf, Vedova; Boedker, Morini, Stoffel; Traber, Tschumi, Haussener; Werder; Allenatore: McSorley

Gli altri risultati di serata:
Ambrì-Piotta-Berna 3-2
Bienne-Zurigo 1-5
Friborgo-Ajoie 4-1
Rapperswil-Ginevra-Servette 4-2
Langnau-Losanna 3-4

Classifica Lna:
1. Friborgo 12/26; 2. Bienne 12/25; 3. Zurigo 11/23; 4. Zugo 12/23; 5. Davos 12/22; 6. Rapperswil 11/18; 7. Ambrì-Piotta 11/18; 8. Lugano 12/16; 9. Losanna 10/14; 10. Berna 12/13; 11. Ajoie 11/9; 12. Servette 12/9; 13. Langnau 12/9

  • 1