Heed regala il derby al Lugano
Una rete del difensore svedese permette ai bianconeri di imporsi all’overtime
di Thomas Schürch
Heed regala il derby al Lugano
© CdT/Gabriele Putzu
Heed regala il derby al Lugano
© CdT/Gabriele Putzu

Anche il terzo derby stagionale va al Lugano. Avanti per due volte e sempre raggiunti, gli uomini di Pelletier si impongono 3-2 ai supplementari grazie a un gol di Heed.

Wolf apre le marcature
Inizio frizzante, con l’Ambrì a pressare alto e a farsi vedere dalle parti di Schlegel con la sua quarta linea. È però il Lugano a passare in vantaggio al 4’30’’ grazie a Wolf. Bertaggia porta avanti l’azione e va al tiro. Il disco arriva al difensore numero 32, che da buona posizione supera Ciaccio. La partita prosegue in sostanziale equilibrio, intervallata da alcune penalità e con qualche errore da ambo le parti. I biancoblù riescono a rendersi pericolosi in contropiede, ma la conclusione di Flynn in situazione di tre contro uno viene respinta da Schlegel. Le due squadre vanno quindi alla prima pausa sul risultato di 1-0.

Il derby si accende
Parte forte l’Ambrì e , approfittando dell’uomo in più sul ghiaccio, gli uomini di Cereda ottengono il punto dell’1-1 al 21’44’’ con Novotny, che devia in rete il tiro-appoggio di Flynn. La situazione di parità dura meno di tre minuti. Un micidiale ‘polsino’ di Fazzini in cinque contro quattro permette infatti ai bianconeri di riportarsi in vantaggio. La reazione dei biancoblù è però immediata e dopo appena 180 secondi Zwerger trova il gol del nuovo pareggio. Il ritmo sale, ma nessuna delle due compagini riesce a segnare nuovamente e il risultato dopo quaranta minuti è di 2-2.

L’equilibrio persiste, ma all’overtime ci pensa Heed
Sfiorano immediatamente il vantaggio i biancoblù, ma il tiro di Rohrbach colpisce il palo. I minuti scorrono e le due squadre stanno molto attente a non commettere errori che potrebbero rivelarsi decisivi. Il Lugano ha una buona occasione nel finale, ma Ciaccio si oppone a Walker. Il verdetto è quindi rimandato all’overtime, deciso da Heed dopo appena 29 secondi. Il Lugano si impone dunque 3-2.

Tabellino:

HC Lugano-HC Ambrì Piotta 3-2 ds (1-0) (1-2) (0-0) (1-0)
Reti:
4’30’’ Wolf 1-0; 21’44’’ Novotny (Flynn, in 5 c. 4) 1-1; 24’10’’ Fazzini (Bertaggia, Loeffel in 5 c. 4) 2-1; 26’15’’ Zwerger 2-2; 60’29’’ Heed (Boedker, Arcobello) 3-2
Arbitri:
Stolc e Mollard (Cattaneo e Kehrli)
Penalità:
3x2 e 2+10 (Chiesa) contro Lugano; 6x2 contro Ambrì
Lugano:
Schlegel; Heed, Riva; Chiesa, Wellinger; Nodari; Wolf; Loeffel; Boedker, Arcobello (C), Fazzini; Walker, Lajunen, Lammer; Bürgler, Herburger, Bertaggia; Traber, Sannitz, Romanenghi; Vedova; Allenatore: Pelletier
Ambrì Piotta:
Ciaccio; Fora (C), I. Dotti; Fohrler, Fischer; Hächler, Ngoy; Pinana; Nättinen, Müller, Zwerger; Rohrbach, Flynn, Horansky; Dal Pian, Novotny, Kneubuehler; Trisconi, Kostner, Grassi; Goi; Allenatore: Cereda

  • 1