Ancora una vittoria per il Lugano
I bianconeri superano 2-0 il Ginevra e centrano il quarto successo consecutivo
Redazione
Ancora una vittoria per il Lugano
Foto Zocchetti

Prestazione solida per il Lugano, che si impone 2-0 contro un buon Servette grazie alle reti di Fazzini e Bürgler.

La pressione del Ginevra e il palo del Lugano
Inizio vivace da parte di entrambe le squadre, con il Ginevra che gradualmente aumenta la pressione sulla porta di Schlegel, in particolare con Tömmernes. Il Lugano regge l’urto e si rende a sua volta pericoloso con Arcobello. I bianconeri sono i primi a beneficiare di un powerplay e nel corso della superiorità numerica Fazzini colpisce il palo. Subito dopo è il Servette a sfiorare la rete con il rientrante Winnik. Il primo tempo si chiude comunque a reti inviolate.

Fazzini cecchino
Passano appena trenta secondi dalla ripresa del gioco e Morini impensierisce subito Descloux. I romandi replicano con Le Coultre e riprendono a macinare gioco approfittando della prima superiorità numerica a loro disposizione. Il box del Lugano regge e a metà partita sono gli uomini di Pelletier a beneficiare di un nuovo powerplay. Dopo aver rischiato di incassare il gol su contropiede di Vermin, i ticinesi passano in vantaggio al 32’40’’ con Fazzini, abile a superare il portiere avversario con un ‘polsino’ all’incrocio dei pali. I ginevrini non cedono e Vermin si ritrova nuovamente solo di fronte a Schlegel. Ancora una volta, però, la mira dell’attaccante non è perfetta e l’occasione sfuma.

Il terzo tempo vede ancora una prevalenza di tiri da parte degli ospiti, nonostante alcune opportunità in contropiede per il Lugano, tra cui un palo colpito da Bertaggia. Il ‘forcing’ finale dei romandi non produce i risultati sperati e a 26 secondi dalla fine Bürgler può segnare a porta vuota la rete del definitivo 2-0 finale.
Una vittoria di maturità per il Lugano, che coglie il quarto successo consecutivo.

Tabellino:

HC Lugano-Ginevra Servette HC 2-0 (0-0) (1-0) (1-0)
Reti:
32’40 Fazzini (Kurashev, Herburger in 5 c. 4) 1-0; 59’34’’ Bürgler (porta vuota)
Arbitri:
Salonen e Fluri (Fuchs e Wolf)
Penalità: 1x2 e 2+10 (Traber) contro Lugano; 2x2 contro Ginevra
Lugano:
Schlegel; Heed, Riva; Loeffel, Wellinger; Nodari, Wolf; Traber, Chiesa; Boedker, Arcobello, Morini; Fazzini, Kurashev, Bertaggia (C); Bürgler, Lajunen, Suri; Walker, Sannitz, Herburger; Allenatore: Pelletier
Ginevra Servette: Descloux; Jacquemet, Tömmernes; Karrer, Maurer; Völlmin, Le Coultre; Mercier; Moy, Fehr, Winnik; D. Riat, Vermin, Omark; A. Riat, Smirnovs, Rod (C); Fritsche, Berthon, Vouillamoz; Miranda; Allenatore: Emond
Note: Cornèr Arena, 30 spettatori. Premiati: Schlegel e Vermin

  • 1