Ambrì sconfitto al rientro in pista
I biancoblù subiscono la rimonta del Ginevra e vengono battuti 4-3 alle Vernets
di Thomas Schürch
Ambrì sconfitto al rientro in pista
© CdT/ Chiara Zocchetti

Inizia con una sconfitta il 2022 dell’Ambrì-Piotta. Di scena a Ginevra, la compagine di Cereda viene superata 4-3 dalle Aquile.

Ambrì, rimonta e allungo
Doccia fredda per l’Ambrì, costretto a incassare il gol del Servette dopo appena 49 secondi di gioco: Vermin aggira la gabbia e serve Richard, il cui tiro non lascia scampo a Ciaccio. I biancoblù però non si disuniscono, reagiscono e al 03’59’’ ottengono il punto dell’1-1. Il marcatore è Fora, a segno con uno ‘slap’ dalla linea blu. Trascorrono 02’11’’ e gli ospiti si portano avanti nel punteggio grazie a Pestoni, servito nella circostanza da Regin.

Nel prosieguo di frazione gli uomini di Cereda continuano a farsi preferire e trovano la via della rete per la terza volta con Isacco Dotti, che si impadronisce di un disco vagante nello ‘slot’ e lo spedisce nella porta ginevrina. Dopo due ulteriori occasioni capitate a Pestoni e Kostner (in ‘shorthand’), il primo tempo si chiude sul parziale di 1-3.

I romandi riemergono
In avvio di periodo centrale il Ginevra si rende subito pericoloso con Miranda. Segue una fase di gioco piuttosto tranquilla ma, superata la boa di metà partita, i padroni di casa alzano il ritmo e iniziano a premere, forti di due superiorità numeriche ravvicinate. E così, dopo una grossa opportunità sciupata da Kostner in contropiede, le Aquile vanno a segno con l’uomo in più al 34’28’’, ed è Winnik a deviare alle spalle di Ciaccio la conclusione di Tömmernes. Poco più di due minuti dopo i romandi acciuffano il pareggio con Jooris, imbeccato da un pregevole assist di Tömmernes. Nel finale c’è spazio per un ultimo tentativo, ancora sul fronte di ginevrino, di Smirnovs. Le due squadre vanno alla seconda pausa sul punteggio di 3-3.

Tre punti per il Servette
Il terzo periodo scorre all’insegna dell’equilibrio e bisogna attendere fino al 52’54’’ per assistere all’episodio decisivo: Le Coultre va al tiro e Moy tocca quel tanto che basta per mandare il disco alle spalle di Ciaccio e siglare il 4-3. Il ‘forcing’ finale dell’Ambrì a sei contro quattro non produce il pareggio e la sfida termina con la vittoria del Ginevra.

Tabellino:

Ginevra Servette HC-HC Ambrì-Piotta 4-3 (1-3) (2-0) (1-1)
Reti:
00’49’’ Richard (Vermin) 1-0; 03’59’’ McMillan (Fora, Heim, in 5 c. 4) 1-1; 06’10’’ Pestoni (Regin, Zwerger) 1-2; 13’23’’ I. Dotti (Bürgler) 1-3; 34’28’’ Winnik (Tömmernes, Filppula, in 5 c. 4) 2-3; 36’34’’ Jooris (Tömmernes, Winnik) 3-3; 52’54’’ Moy (Le Coultre) 4-3
Arbitri: Piechaczek e Dipietro (Obwegeser e Meusy
Penalità: 2x2’ contro Ginevra; 3x2’ contro Ambrì
Ginevra:
Nyffeler; Völlmin, Tömmernes (C); Vatanen, Maurer; Smons, Le Coultre; MercierJooris, Filppula, Winnik; Smirnovs, Richard, Vermin; Moy, Pouliot, Miranda; Antonietti, Berthon, Vouillamoz; A. Riat; Allenatore: Cadieux
Ambrì-Piotta: Ciaccio; Fora (C), I. Dotti; Hietanen, Burren; Fohrler, Z. Dotti; Fischer; Pestoni, Regin, Zwerger; Bürgler, Heim, Kneubuehler; D’Agostini, Kostner, McMIllan; Incir, Grassi, Bianchi; Trisconi; Allenatore: Cereda
Note: Les Vernets, 3’592. Premiati: Tömmernes e Pestoni

Classifica Lna:
1. Friborgo 34/71; 2. Rapperswil 35/67; 3. Zugo 32/63; 4. Davos 34/62; 5. Bienne 34/61; 6. Zurigo 34/58; 7. Lugano 34/51; 8. Berna 32/45; 9. Servette 32/44; 10. Losanna 32/43; 11. Ambrì-Piotta 34/39; 12. Langnau 35/32; 13. Ajoie 34/18

  • 1