Chiara Cantoni e Olivia Nacht provano un nuovo scafo
Il nuovo scafo del cantiere navale Filippi di Donoratico (LI) è testato dalle due rappresentanti del Club Canottieri Lugano
di Americo Bottani
Chiara Cantoni e Olivia Nacht provano un nuovo scafo
Chiara Cantoni (a sinistra) e Olivia Nacht sul nuovo scafo “Filippi” di Donoratico (Livorno)

Anche i vogatori elvetici hanno ripreso la preparazione, pur nel rispetto dei piani di protezione specifici per le società, in vista di quel che rimane della stagione agonistica nazionale ed internazionale. Pure presso il centro remiero di Sarnen (OW) proseguono i raduni collegiali riservati agli atleti che fanno parte dei “quadri” delle varie selezioni nazionali e tra questi troviamo Chiara Cantoni e Filippo Ammirati del CC Lugano tra gli U23, Luis Schulte (Ceresio) e Neel Bianchi (Lugano) nel contesto U19.

Nei giorni scorsi, a Lugano è scesa a Lugano l’argoviese Olivia Nacht per provare un nuovo scafo acquistato dal Club Canottieri Lugano, uscito dal cantiere navale Filippi di Donoratico (Livorno) con la luganese Chiara Cantoni con la quale lo scorso anno ha vinto il titolo europeo a Joannina (Grecia) nel doppio pesi leggeri.

Annullato il mondiale di Bled, previsto dal 16 al 21 agosto a Bled (Slovenia), l’obiettivo 2020 per la mista Baden/Lugano rimane la riconferma ai vertici continentali della disciplina. La regata, in calendario a Duisburg il 5 e 6 settembre potrebbe essere ancora spostata a seguito del ritorno di un focolaio di coronavirus che si è verificato in un mattatoio nel distretto di Gütersloh nel land del Nord Reno Vestfalia, ciò che ha indotto gli amministratori locali a reintrodurre il lockdown al fine di evitare il propagarsi della pandemia.

In Svizzera, si spera di poter organizzare i campionati nazionali nel terzo fine settimana di settembre. Ancora da stabilire la data dei campionati ticinesi e della regata sulla lunga distanza riservata alla specialità dell’otto.

  • 1