Berna vuole proteggere la CdM di sci
Chiuso ai privati il comprensorio sciistico Wengen - Kleine Scheidegg - Lauberhorn
di Keystone-ATS
Berna vuole proteggere la CdM di sci

Il comprensorio sciistico Wengen - Kleine Scheidegg - Lauberhorn, nell’Oberland bernese, sarà chiuso provvisoriamente a sciatori privati al più tardi martedì prossimo. Lo ha comunicato oggi il cantone di Berna aggiungendo che tale misura, legata alla pandemia di coronavirus, ha lo scopo di garantire il buon svolgimento delle prove di Coppa del mondo di sci previste la settimana prossima.

L’obiettivo del provvedimento è di separare gli atleti e lo staff dagli ospiti, ha detto a Keystone-ATS Gundekar Giebel, portavoce del Dipartimento della sanità del canton Berna. Le altre piste sopra Wengen restano aperte.

A Wengen è stato segnalato un aumento del numero di infezioni da coronavirus, compresi casi con la mutazione britannica, si legge in un comunicato odierno del Dipartimento della sanità. In totale ci sono 51 focolai, ha detto Giebel. Per Wengen sono quindi in vigore misure speciali.

Gli abitanti del posto e gli ospiti sono tenuti a rimanere per quanto possibile a casa. Se ciò non è possibile, è necessario rispettare le regole del distanziamento sociale e di igiene e l’obbligo di indossare una mascherina.

Non si esclude la necessità di dover adottare ulteriori misure. Secondo il Dipartimento della sanità, sono in corso chiarimenti con le autorità locali per stabilire se si debbano chiudere le scuole, gli alberghi, gli alloggi e le altre attività commerciali.

Oggi il Dipartimento della sanità bernese e anche la Federazione Internazionale Sci (FIS) hanno acconsentito allo svolgimento della gara del Lauberhorn, nonostante l’aumento del numero di infezioni da coronavirus.

Secondo il Dipartimento, la zona della gara deve essere accessibile solo alle persone che fanno parte della Coppa del mondo e solo con un test rapido negativo al coronavirus.

  • 1