Amoura regala la vittoria al Lugano
I bianconeri tornano alla vittoria dopo 5 partite battendo in casa lo Young Boys (3-1)
Redazione
Amoura regala la vittoria al Lugano
© CdT/ Chiara Zocchetti

Finalmente! Il Lugano torna a vincere dopo 5 partite battendo in casa lo Young Boys (3-1). Lancia così al meglio la settimana che precede la finale di Coppa e prevede anche la sfida di campionato in programma a Ginevra mercoledì. Protagonista di giornata è Mohamed Amoura, autore di una doppietta.

Primo tempo senza emozioni

I numeri dicono che il Lugano nelle ultime cinque partite di campionato contro lo Young Boys ha sempre perso. Ma non solo: nelle ultime 5 gare di questa Super League i bianconeri sono stati sconfitti tre volte e in due circostanze hanno pareggiato. Sono dati statistici che fanno venire i brividi, anche se Mattia Croci Torti non sembra essere troppo preoccupato. Semmai a metterlo un po’ in ansia sono le condizioni fisiche di Maric, la cui presenza nella finale di Coppa Svizzera di domenica prossima non è affatto sicura. La partita: sin dalle prime fasi gli ospiti, che nelle ultime uscite hanno recuperato diversi infortunati (e non caso il livello della qualità del loro gioco è tornato ad essere alto) assumono il controllo, anche se il Lugano prova a metterli in difficoltà con le ripartenze di Amoura e Bottani, esterni di un 4-3-3 inedito. Di vere e proprie occasioni il primo tempo non ne offre. Semmai si registra l’infortunio del bomber giallonero Siebatcheu, che dopo 34 minuti lascia il posto ad Elia. Poco prima della pausa ci prova Celar da fuori ma Von Balmoos dice no.

Una ripresa pirotecnica

“Scende la pioggia”, canterebbe Gianni Morandi: sì, perche in avvio di ripresa Cornaredo viene sorpreso da Giove Pluvio, ciò che complica il compito delle due squadre. E dopo appena un minuto ci pensa Saipi a mettere del sale sulla sfida: il portiere bianconero si fa infatti sfuggire un pallone colpito di testa da Camara, in seguito a corner, e i bernesi passano in vantaggio. Brutti pensieri colgono gli addetti ai lavori. Per fortuna del Lugano trascorre appena un minuto e mezzo e sul fronte opposto Lustenberger restituisce il favore, perdendo a centrocampo un pallone sul quale si avventa Amoura che si invola verso Von Balmoos. Il talentuoso attaccante lo fumina con un gran diagonale. 1-1, tutto aperto. Lo Young Boys non ci sta e prova a mettere pressione sugli avversari. Ma attorno al 70esimo ecco che i padroni di casa passano in vantaggio in modo un po’ casuale: da una punizione battuta sulla sinistra di Von Balmoos parte un pallone che viene toccato in modo fortunoso da Amoura. La traiettoria è letale: 2-1 per i bianconeri! Una ripresa spettacolare: il gioco non sarà eccezionale ma le emozioni fioccano ad ogni piè sospinto. I bianconeri subiscono il pressing dello Young Boys eppoi nel finale Saipi la combina grossa facendosi espellere per un fallo inutile su Fassnacht. Entra Osigwe. Ma la squadra di Croci Torti non si fa sorprendere e segna con un uomo in meno sul campo anche il 3-1 con Haile-Selassie, al termine di una splendida azione. La squadra di Croci Torti può esultare, anche se qualche riflessione sul portiere luganese andrà fatta (ieri sera troppo insicuro e nervoso).

IL TABELLINO

Lugano-Young Boys 3-1

Reti: 46. Camara 0-1; 48. Amoura 1-1; 70. Amoura 2-1; 95. Haile-Selassie 3-1

Lugano: Saipi; Rüegg (62. Custodio), Daprelà (62. Hajrizi), Ziegler, Valenzuela; Lavanchy, Lovric, Sabbatini; Amoura (89. Osigwe), Bottani (71. Haile-Selassie); Celar Young Boys: Von Balmoos; Maceiras (72. Blum), Camara, Lustenberger, Garcia; Fernandes, Sierro (58. Rieder), Niasse, Moumi (58. Fassnacht); Kanga (73. Monteiro), Siebatcheu (34. Elia)

Arbitro: Alain Bieri

Spettatori: 2.866

RED

  • 1