Accedi
Commenti

A Locarno in palio i titoli cantonali indoors

Ben 161 gli atleti in gara nelle categorie U13, U15, U17, U19, open e master, maschile e femminile

Domenica, la palestra del Liceo cantonale di Locarno verranno assegnati i titoli ticinesi indoors 2020 nelle categorie U13, U15, U17, U19, open e master, maschile e femminile. Ben 161 gli atleti in gara in rappresentanza dei cinque sodalizi nostrani ai quali sono aggiunti i portacolori di alcuni fra i più importanti sodalizi piemontesi e lombardi: Cannero, Cannobio, Gavirate e Angera. L’organizzazione è affidata alla Canottieri Locarno con il patrocinio della Federazione Ticinese delle società di canottaggio (FTSC).

Questi campionati rappresentano una tappa fondamentale in vista della ripresa delle ostilità sull’acqua, prevista come ormai buona abitudine a fine aprile sul Lauerzersee.

Nella categoria U13 avremo al via Vittorio Vittorio Lubiana della Scuola canottaggio Caslano Malcantone (SCCM), vincitore sabato scorso a Torino nella regata D’Inverno sul Po. Anche a Locarno il malcantonese parte con i favori del pronostico. Lo stesso dicasi per il compagno di società Joel Antonietti negli U15 e per la ceresiana Soley Rusca in campo femminile. Negli U17 il titolo non dovrebbe sfuggire all’atleta dell’Audax Paradiso, Leonardo Salerno, recente vincitore agli Swiss Indoors di Zugo. Fra le ragazze si prevede una bella lotta fra Giorgia Pagnamenta (Lugano) e la locarnese Giulia Maggini. Negli U19, assenti i nazionali Luis Schulte e Neel Bianchi, impegnati in un “collegiale” a Sarnen, tra i favoriti citeremo il locarnese Elia Castano mentre che in campo femminile favorita d’obbligo è la luganese Siria Rivera, campionessa uscente. Negli open, in campo maschile, assente il campione uscente Filippo Ammirati, il podio dovrebbe essere ristretto tra i locarnesi Pietro Guscetti, Ramon Nessi e i luganesi Alessandro Cravioglio, Matteo Pagnamenta e Luca Pesce, quest’ultimo sarà in gara anche nei master mentre che il campo femminile non ci dovrebbero essere problemi per la ceresiana Olivia Negrinotti. Nei master, il titolo se lo giocheranno il già citato Luca Pesce e il compagno di società Ivan Pin, già nazionale rossocrociato nelle categorie juniori (mondiali di Colonia nel 1987) e U23 (mondiali U23 di Naro).

 

A.B. | 12 feb 2020 09:07

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'