Accedi
Sfoglia la galleryCommenti 11

Il Lugano si aggiudica il quinto derby e si avvicina ai playoff

In bilico fino al 54', la sfida si spegne dopo il 4-1 di Suri a gabbia sguarnita e si chiude con il 5-1 di Ronchetti

Trascinato da un Fazzini tornato al gol dopo una lunga attesa (14 partite, non segnava dal derby perso 7-2 alla Valascia!) e da Bertaggia, autore dell'importante 3-1, il Lugano si è aggiudicato il quinto derby stagionale per 5-1 avvicinandosi sensibilmente ai playoff.

L'Ambrì-Piotta ha tenuto testa ai bianconeri fino al decisivo 4-1 di Suri subito a gabbia sguarnita. Sconfitta troppo pesante per la rabberciatissima compagine di Cereda, che dopo il pareggio di Müller si era fatto preferire nella prima pate del periodo centrale subendo paradossalmente il 2-1 di Fazzini nel suo miglior momento.

La squadra di Pelletier ha confermato la propria capacità di sfruttare al meglio le proprie opportunità da gol piazzando l'allungo decisivo negli ultimi 6 minuti della contesa con il 3-1 di Bertaggia al 54'01'', il 4-1 di Suri a gabbia sguarnita, al 58'53'' ed il 5-1 finale di Ronchetti, al 59'32''.

Con il successo di questa sera, capitan Chiesa e compagni salgono a quota 64 punti portandosi ad una lunghezza dal Losanna, sesto, ma con la squadra di Ville Peltonen, che ha disputato due partite in meno rispetto ai luganesi.

Unica nota negativa in casa Lugano, l'infortunio di Jörg, andato a cozzare contro la balaustra di fondo dopo un intervento da tergo di Plastino corretto ritentuo regolare dai direttori di gara principali Stricker ed Hungerbühler.

Da parte loro, i leventinesi rimangono ancorati all'11mo posto, a tre punti dal Friborgo, vittorioso a Bienne dopo i rigori e che rispetto a capitan Bianchi e compagni ha giocato due incontri in meno.

 

La cronaca

Terzo periodo

59'32'': Ronchetti, servito da Lammer chiude la sfida. GOL: 5-1.
58'35'':Suri insacca a gabbia sguarnita. GOL: 4-1.
55'40'': D'Agostini e Müller sfiorano il 3-2 da sotto misura.
54'01'': Bertaggia batte dopo una finta Conz finalizzando un fulmineo contropiede.GOL: 3-1.
51'08'': due minuti a Walker: Ambrì a 5 contro 4.
50'20'': occasionissima no sfruttata da D'Agostini nello slot.
43'07'': ostacolato da Plastino, Jörg va a sbattere contro la balustra di fondo e lascia il ghiaccio anzitempo visibilmente acciaccato e claudicante.

 

Secondo periodo

39'30'': pericolosa incursione con diagonale a fil di palo di D'Agostini. 
37'57'': Zwerger e Walker vengono alle mani in un match di boxe: 2'+2'+10' ad entrambi.
37'57'': l'insidioso tiro di Joël Neuenschwander viene provvidenzialmente deviato sopra l'asta da Chorney.
33'39'': Fazzini batte Conz in seconda battuta con un tocco nello slot sbloccandosi dopo ben 21 partite senza gol.
29'25'': Fora insidia Schlegel con un perfido polsino.
25'42'': Joël Neuenschwander sfiora il gol del vantaggio da pochi passi.
23'48'': Bürgler insacca da due passi in superiorità numerica per l'eventuale 2-1, che viene annullato dopo il coach challenge di Cereda e la susseguente analisi-video. Si resta sull'1-1.
23'22'': due minuti a Moor: Lugano in powerplay.
21'52'': squadre nuovamente a 5 contro 5.

 

Analisi del secondo periodo

Secondo tempo contraddistinto dal nervosismo. L'Ambrì controlla bene la situazione, ma, contro l'andamento del gioco, subisce il nuovo vantaggio bianconero firmato in seconda battuta da Fazzini, dopo una lunghissimo periodo d'astinenza che durava dall'ultimo derby della Valascia. Nell'occasione, Loeffel agguanta il puck rinviato a palombella da D'Agostini sulla linea blù prima di scaricare uno slap non trattenuto da Conz sul primo tocco di Zangger. Questa volta Cereda non chiama il coach challenge come in occasione della possibile rete del 2-1 annullata a Bürgler al 23'48''. Nel finale di tempo D'Agostini sfiora il 2-2 con un'accellerazione sulla destra conclusa con un diagonale a fil di palo.

 

Primo periodo

19'52'': Suri stende Joël Neuenschwander alla balaustra e si becca un 2'+10'.
15'12'': Flynn
porge al centro per Müller, che fa secco Schlegel con un polsino all'incrocio dei pali. GOL: 1-1.
06'46'': Walker a Suri che batte Conz all'incrocio dei pali. GOL: 1-0.
06'30'': Veloce contropiede, McIntyre pericoloso.
06'00'': Trisconi insidia da vicino Schlegel.
00'40'': Diagonale insidioso di Plastino.

 

Analisi del primo periodo

Il Lugano ha iniziato con decisione la partita trovando il vantaggio con un tiro ravvicinato di Suri, anche se le prime minacce le avevano portato i leventinesi con due tiri di Plastino e Flynn. Ambrì poi sempre più compatto ed in gol con Müller servito al bacio da Flynn. Nel finale del primo, equilibrato (8:9 il conteggio dei tiri) periodo, Suri stende Joël Neuenschwander nei pressi della balaustra laterale beccandosi un meritato 2'+10'. Biancoblù che inizieranno in superiorità numerica la frazione centrale.

 

 

Tabellino

Lugano-Ambrì Piotta 5-1 (1-1, 1-0, 3-0)

Reti: 06'46'' Suri (Walker) 1:0, Müller 1:1, 15'12'' Müller (Flynn) 1:1, 33'39'' Fazzini (Zangger) 2:1, 54'01'' Bertaggia (Fazzini) 3:1, 58'53'' Suri 4-1 (Walker, Ambrì senza portiere) 4:1, 59'32'' Ronchetti (Lammer) 5:1.

Lugano: Schlegel; Chiesa, Wellinger; Loeffel, Chorney; Jecker, Vauclair; Ronchetti; Klasen, McIntyre, Bertaggia; Walker, Lajunen, Suri; Fazzini, Sannitz, Lammer; Bürgler, Romanenghi, Zangger; Jörg.

Ambrì-Piotta: Conz; Plastino, Fischer; Fora, I. Dotti; Moor, Ngoy; Fohrler, Pezzullo; D'Agostini, Flynn, Müller; J. Neuenschwander, Novotny, Zwerger; Trisconi, Goi, Bianchi; Mazzolini, Dal Pian, Hinterkircher.

Note: Cornèr Arena. 7.023 spettatori. Arbitri: Stricker, Hungerbühler; Kovacs, Wolf. Penalità: 4x2 + 2x10' (Suri, Walker) Lugano; 3x2' Ambrì. Tiri: 23-33 (8-9, 7-11, 8-13). Dal 43'07'' Lugano senza Jörg (impatto contro la balaustra di fondo). Timeout: 58'47'' Ambrì. Dal 58'47'' al 59'32'' Ambrì senza portiere.

 

National League - 44ma giornata: Berna-Zurigo 3-4 d.t.s., Bienne-Friborgo 5-6 d.r., Davos-Ginevra 2-1, Lugano-Ambrì Piotta 5-1, Rapperswil-Langnau 7-3, Zugo-Losanna 3-0.

Classifica di National League: 1. Zugo 42/82, 2. Davos 42/77, 3. Zurigo 44/76, 4. Ginevra 44/73, 5. Bienne 44/66, 6. Losanna 42/65, 6. Losanna 42/65, 7. Lugano 44/64, 8. Friborgo 42/58, 9. Berna 43/57, 10. Langnau 43/57, 11. Ambrì-Piotta 44/55, 12. Rapperswil 44/47.

 

Roberto Quadri

 

 

Guarda il derby su Teleticino.

Redazione | 11 feb 2020 19:43

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'