Accedi
Commenti 4

'A Berna abbiamo dimostrato di potercela giocare con tutti'

Il direttore sportivo dell'Ambrì Paolo Duca commenta la sconfitta di ieri e le discusse decisioni arbitrali

La rocambolesca sconfitta dell’Ambrì a Berna scaturita negli ultimi 108 secondi ha lasciato una giustificata amarezza in casa biancoblù. "La Coppa Svizzera era uno dei nostri obiettivi stagionali e il fatto di esserne usciti in questo modo fa male. Abbiamo disputato un’ottima gara e alla fine abbiamo pagato alcuni errori davanti alla gabbia bernese, ma anche i due episodi arbitrali avvenuti nel decisivo finale del terzo periodo", ha confermato a Ticinonews il direttore sportivo dei leventinesi Paolo Duca.

Uno di questi è ovviamente lo spostamento della porta da parte di Krueger...
"Sì, in quel caso, avvalendosi della libertà di giudizio arbitrale, Lemelin e Tscherrig hanno deciso di non sanzionare l’intervento del difensore bernese il quale, secondo il mio parere, nulla ha fatto per evitare lo spostamento dall’alto della sua esperienza. Secondo me ci stava la penalità. In seguito, sempre sul risultato di 4-3 in nostro favore, i direttori di gara non avevano ravvisato la presenza di 6 giocatori locali sul ghiaccio negandoci, anche in quel caso, un’importante superiorità numerica".

Al di là della sconfitta, l’Ambrì ha comunque dimostrato, una volta di più, di potersela giocare contro ogni avversario.
"Esattamente. Alla PostFinance Arena, per larghi tratti del primo periodo abbiamo costretto gli Orsi sulla difensiva creandoci diverse buone opportunità, in particolare con Kostner. Nella prima parte della frazione centrale e nel finale di gara, siamo stati noi a subire la pressione della squadra di Jalonen, ma per il resto del confronto siamo stati noi a dettare il gioco".

Nel weekend vi ritufferete nel campionato affrontando venerdì il Rapperswil in trasferta e sabato il Friborgo alla Valascia.
"Due partite impegnative, nelle quali dovremo cercare di mettere tutta la rabbia accumulata dopo il concitato finale della sfida di Berna. Dopo un inizio difficile, i sangallesi si stanno progressivamente riprendendo come dimostra la brillante vittoria ottenuta in casa contro il Lugano. Contro di loro e alla Valascia contro i Burgundi, dovremo quindi ripetere le nostre ultime buone prove, mettendo in pista tutta la nostra determinazione".

Roberto Quadri

 

Redazione | 28 nov 2018 18:30

Articoli suggeriti
In vantaggio per 4-3 fino al 58'12'', i biancoblù vengono puniti da una doppietta di Scherwey
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'