Accedi
Commenti 1

"Cerchiamo la fortuna con il lavoro sporco"

A un terzo di campionato abbiamo fatto il punto della situazione in casa biancoblu con Luca Cereda

Dopo due giorni di pausa l'Ambrì Piotta è tornato oggi ad allenarsi per preparare il derby di martedì alla Valascia. In questi giorni abbiamo fatto il punto della situazione con il coach dei biancoblu.

Luca Cereda, a un terzo di campionato siete dove pensavate di essere. A dirla tutta però potevate anche essere un pochino più avanti...

"Se penso alle ultime due partite disputate (Langnau in casa e Ginevra in trasferta ndr) prima della pausa, i ragazzi avrebbero meritato qualcosa in più. D'altra parte, durante una stagione ci sono sempre dei momenti dove le cose funzionano un po' meglio o un po' meno bene, a livello di esecuzione che di fortuna e quindi bisogna andare a cercarla questa fortuna, soprattutto con il lavoro sporco in partita ma anche in allenamento. Quindi ci siamo rimessi al lavoro con questo obiettivo, di riportare il famoso Dio dell'hockey dalla nostra parte."

L'infortunio di Lerg, l'inserimento di Novotny, il ritorno di Fora e il rientro di Lerg. Sono tutti fattori che minano l'equilibrio della squadra, come si gestiscono?

"È una miscela che varia praticamente di partita in partita, dagli infortuni a nuovi giocatori che arrivano e tutti hanno una personalità diversa, sia nello spogliatoio che sul ghiaccio. Noi abbiamo avuto in effetti già qualche cambiamento durante questo primo mese e mezzo di campionato e sicuramente ogni volta ci vuole un po' di tempo per stabilizzare sia il gruppo intero ma anche il giocatore stesso, per far sì che trovi il suo personale equilibrio all'interno del gruppo. Sicuramente sarà una nostra prerogativa nelle prossime settimane."

Si è spesso parlato della difficoltà di comunicare con la classe arbitrale, come mai?

"Hanno inserito questi regolamenti per cui non si può parlare con loro durante le pause né dopo le partite. Ultimamente hanno un po' aperto le porte, noi abbiamo sempre cercato di fare tutto con estrema educazione e crediamo fermamente che sia la strada migliore. E quindi negli ultimi tempi siamo riusciti anche a parlare con loro, anche perché alla fine vogliamo tutti la stessa cosa, ovvero offrire un bell'hockey, offrire buoni giocatori a livello internazionale e un bello spettacolo a chi viene in pista. Credo quindi che più collaborazione e più comunicazione sarebbero opportune. Non si va dagli arbitri sempre e solo per reclamare, capita durante una partita che si sia più o meno d'accordo su alcune chiamate ma capita anche, al termine delle partite, di avere delle domande a livello di regolamento o anche solo per fare i complimenti per come hanno gestito alcune situazioni. Però se il supervisore non è presente alla partita, e non sempre lo è, ci è vietato parlare con loro e se non c'è la loro disponibilità rischiamo addirittura di ricevere delle multe. Quindi credo che vada rivisto un po' il tutto. Quando ne abbiamo discusso con loro durante le amichevoli dicevano che anni fa, alcuni allenatori, (non facciamo nomi ma penso che li conosciamo perché sono, o meglio è, ancora attivo) ne hanno approfittato per fare pressione psicologica nel dopo partita. Tuttavia credo che al giorno d'oggi siamo tutti maturi e intelligenti per poterci parlare in modo educato."

In chiusura, 10 giorni senza partite e con alcuni giocatori assenti per gli impegni con le varie nazionali non sono forse le condizioni ideali per preparare un derby...

"Certamente è meglio essere tutti presenti e potersi allenare in modo completo. Noi abbiamo diversi giocatori che sono via, addirittura uno che rientrerà solo il giorno della partita però non siamo l'unica squadra in queste condizioni, fa parte del gioco. E d'altra parte ci fa sicuramente bene il recupero emotivo e mentale dopo un periodo di un mese emezzo in cui abbiamo giocato tante partite. Ci sono sia i pro che i contro ma l'importante è che chi c'è lavori bene e che quando siamo qui sfruttiamo il tempo nel modo giusto."

Sere

Sere | 9 nov 2018 16:21

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'