Accedi
Commenti 27

Vergogna in Quinta Lega: botte, sputi e insulti razzisti

Violenta rissa a Bellinzona, alla fine del match tra Codeborgo e Makedonija: "Temevo ci scappasse il morto"

Il calcio regionale torna a essere tristemente protagonista di episodi censurabili. A Bellinzona, alla fine del match di Quinta Lega tra Codeborgo e Makedonija, terminata 4-3 per i padroni di casa, è scoppiata infatti una violenta rissa. Come riporta CdT.ch, che mostra anche un video della scazzottata, a far degenerare la tensione gli interventi duri e gli insulti razzisti che le compagini si sono scambiati durante l'intero corso della gara.

Per un testimone sono stati momenti agghiaccianti: "Temevo ci scappasse il morto". A fine partita alcuni giocatori, membri della società e supporter del Makedonija hanno invaso il campo e accerchiato un calciatore del Codeborgo, che già durante la partita aveva avuto degli screzi con alcuni calciatori ospiti, prendendolo a calci e pugni. Il capitano del Makedonija ha ribattuto sostenendo che questi "ha sputato in faccia a uno dei nostri".

Per riportare la situazione alla normalità è stato necessario l'intervento della Polizia. CdT.ch spiega che adesso il caso è passato nelle mani della FTC, che ha aperto un'inchiesta.

Redazione | 8 nov 2018 05:41

Articoli suggeriti
L'incontro tra Laufenburg-Kaisten e Muttenz degenera in un pestaggio. La Polizia ha arrestato un 19enne
Sospesa una partita di Allievi A a causa di un'aggressione a un arbitro
Altra partita sospesa e vie di fatto nei confronti di un arbitro...
Weekend da dimenticare nei "Minori": sospesa anche una partita di Allievi B! Spettatori e dirigenti indegni protagonisti. Aperte le inchieste.
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'