Accedi
Commenti 1

"Lugano, l'obiettivo minimo la semifinale"

L'HCL svela le ambizioni per la prossima stagione: " Vogliamo essere la squadra che lavora di più, una squadra contro la quale nessuno ha piacere di giocare"

L'HCL si prepara per la nuova stagione. E le ambizioni, dopo il sogno scudetto solo sfiorato, rimangono decisamente alte, come spiega il direttore amministrativo Jean-Jacques Aeschlimann: A Ireland abbiamo dato l'obiettivo di tornare nella Top4".

Sfida raccolta dal coach Greg Ireland: "Accetto l’obiettivo ma ogni risultato devi guadagnartelo. Vogliamo essere la squadra che lavora di più, una squadra contro la quale nessuno ha piacere di giocare. Come obiettivo interno vogliamo segnare di più, essere più pericolosi in attacco. Di base vogliamo concentrarci sulle cose che possiamo controllare".

Anche Vicky Mantegazza è fiduciosa per la prossima stagione: "A livello sportivo abbiamo i mezzi per competere con i migliori. Per quanto riguarda gli abbonamenti, abbiamo superato la soglia dei 5mila abbonati".

Non solo entusiasmo e aspettative, il calendario crea infatti qualche malumore: "Giocheremo tante partite in casa di venerdì per questioni legate ad altri eventi programmati in città o di sicurezza - spiega Aeschilmann - Noi non abbiamo voce in capitolo. Abbiamo facoltà di richiedere lo spostamento di solo una o due partite a stagione".

"Faccio un appello a città e cantone per migliorare la situazione dei parcheggi attorno alla pista per aiutare i nostri tifosi a recarsi alla Corner Arena", conclude il direttore bianconero.

 

Redazione | 13 set 2018 20:47

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'