Accedi
Sfoglia la galleryCommenti

Olimpioniche al GAB e alla SAM, con primato

Grande successo per il meeting serale di mercoledì in Capriasca con il GAB femminile e la SAM maschile a vincere i titoli di Campioni ticinesi di staffetta olimpionica

Grande serata di atletica mercoledì allo Stadio di Tesserete, dove la locale USC ha accolto quasi 300 partecipanti per tre ore intense e appassionanti. Record di partecipazione quindi per la dodicesima edizione del meeting che ha pure registrato il primato dello stadio per la staffetta olimpionica, con la SAM Massagno a chiudere la prova in 3’18’’92, meglio del precedente 3’20’’08 registrato l’anno scorso dalla Virtus.

La gara è stata lanciata a ritmo sostenuto nella prima tratta di 800 metri, con Pietro Calamai, fresco bronzo ai Nazionali U23, che ha trascinato il gruppo con un passaggio attorno ai 54’’ ai 400 m. Gruppo che si è poi allungato e sgretolato nel secondo giro. Calamai ha quindi passato il testimone a Filippo Moggi con già un piccolo vantaggio, che il Campione svizzero U20 sui 400 metri ha saputo consolidare per lanciare al meglio Daniel Barta e Martino Kick sui 200 e 100 metri verso la vittoria. Alle spalle della SAM bella lotta per le medaglie con Virtus, Atletica Mendrisiotto e GAB Bellinzona. Quest’ultima, con Nicola Lo Russo in prima e Mattia Tajana sui 400 metri ha visto sfumare le ambizioni di podio sull’ultima curva con l’infortunio di Julian Rüfenacht. Al secondo rango si è quindi inserita la Virtus Locarno in 3’19’’60 che ha saputo ridurre lo scarto a meno di un secondo, soprattutto con gli esperti velocisti Daniele Angelella e Mirko Berri, lanciati al meglio da Piero Lorenzini e Silvio Barandun. Bronzo all’Atletica Mendrisiotto che, infine più staccata, ha chiuso in 3’24’’43 con Pedro Rafael Peixoto, Benjamin Rajendram, Aaron Dzinaku e Matteo Romano, precedendo le seconde squadre del GAB e l’USC.


Anche al femminile gara subito veloce con Mara Moser ha dettare il ritmo sugli 800 metri e lanciare le compagne con un discreto margine. Distacco che solo la SAL Lugano ha saputo ridurre a meno di un secondo, ma non colmare. Vittoria quindi per il GAB formato da Moser, Rachele D’Ottavio, Sabrina Colotti e Ilaria Gianinazzi che si è imposta in 4’00’’02 sulla SAL formata da Cecilia Galli Conforto, Nadine Bonvini, Roberta Mazzotta e Francesca Cei (4’00’’88). Più staccate le ragazze dell’Atletica Mendrisiotto (Alina Lazzaroni, Emilie Bandoni, Chiara Bandoni e Gilda Donnini), bronzo in 4’20’’18 davanti a GAB 2 e USC. Resiste il record dello stadio di 3’52’’90 stabilito dal GAB nel 2011, quando i CT di olimpionica approdarono per la prima volta in Capriasca.

Prima delle staffette grande affluenza nelle pedane del lungo e del peso. Céline Vicari dell’USC ha vinto con i 4 Kg con 10.77 m, mentre Gillian Ferrari del GAB ha vinto tra le U18 con i 3 Kg lanciando a 11.57 metri. Tra gli uomini dominio per Gian Vetterli dell’USA Ascona, fresco argento ai nazionali U20, che ha lanciato a 14.84 metri i 6 Kg, mentre con la boccia dei “grandi” Alex Brechbühl del GAB ha ottenuto 9.50 metri. Tra gli U18 12.74 metri per Ivo Bazzanella dell’ASSPO Riva San Vitale con i 5 Kg. Nel lungo ben 36 concorrenti e migliori salti per la giovanissima Giulia Pozzi della SAM Massagno con 4.66 metri e per Patrick Kirchlechner dell’USA, l’unico a superare la soglia dei sei metri con 6.07 metri.

Sui 100 metri nove le serie in programma e vittoria dello sfortunato protagonista dell’olimpionica Julian Rüfenacht (GAB) che, prima d’infortunarsi nella staffetta, aveva corso in 11’’24, nuovo primato dello stadio. Secondo crono per Aaron Dzinaku (ATM) in 11’’32 davanti a Alessio Guidon del GAB che con 11’’541 ha ottenuto il terzo tempo di serata. Tra le donne la più veloce sui 100 metri è stata Nadine Calderari della SFG Chiasso che ha chiuso in 12’’76 davanti all’italiana Orecchia (12’’85) e a Roberta Mazzotta della SAL (12’’93).

Nei 1'500 metri vittoria di Ismail Sebghatullah della SAL in 4’09’’09 capace di regolare sul finale il terzetto che ha condotto la gara, formato dall’italiano Borgnis, secondo in 4’09’’39 e da Tommaso Marani, pure della SAL, terzo in 4’10’’68. Tra gli U16, lotta all’ultimo metro tra i due ragazzi del GAB Filippo Balestra e Siro Gentilini sui 1’000 metri con il primo a prevalere in 2’55’’48, mentre tra le ragazze ha vinto Siria Cariboni, pure del GAB, in 3’17’’86 davanti a Giulia Salvadè della Vigor Ligornetto. Sugli 80 metri U16 migliori tempi in 9’’59 per Mattia Schenk delle Frecce Gialle Malcantone e in 10’’68 per Desirèe Regazzoni dell’AS Monteceneri.

Risultati completi su www.uscatletica.ch o www.ftal.ch

Redazione | 13 set 2018 16:49

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'