Manuela Molinari - Ginnastica ritmica a braccetto con il Polo sportivo
Manuela Molinari - Ginnastica ritmica a braccetto con il Polo sportivo
  • 1
    Regolamento sezione ospiti
    Il presente contributo è l’opinione personale di chi lo ha redatto e non impegna la linea editoriale di Ticinonews.ch. I contributi vengono pubblicati in ordine di ricezione e la redazione cerca di offrire a tutti la medesima visibilità in homepage. La redazione si riserva la facoltà (non sindacabile) di non pubblicare un contenuto o di rimuoverlo in un secondo tempo. In particolare, non verranno pubblicati testi anonimi, incomprensibili o giudicati lesivi. I contributi sono da inviare a [email protected] con tutti i dati che permettano anche l’eventuale verifica dell’attendibilità.

Nel 1997 ho costituito una sezione di Ginnastica Ritmica a Breganzona, che dal 2010 è gestita in collaborazione con la Società Ginnastica di Lugano. Oggi una cinquantina di bambine e ragazze possono coltivare la loro passione per questa disciplina sportiva nel nostro quartiere. Potrebbero essere ancora più numerose, ma purtroppo non possiamo accoglierne altre, poiché gli spazi che ci vengono concessi nelle scuole elementari e medie di Breganzona sono limitati, vista la notevole richiesta di altre discipline sportive e l’utilizzo possibile solo dopo gli orari scolastici.

La realizzazione del Polo sportivo e degli eventi (PSE) -ed in particolare del Palazzetto dello sport- ci consentirebbe di avere a disposizione nuovi spazi in strutture non scolastiche e permetterebbe a tutto il movimento della Ginnastica Ritmica ticinese (oltre al nostro Gruppo vi è quello di Biasca) di disporre di una sede stabile per il suo Centro Regionale, che riunisce le ginnaste più promettenti e che oggi è costretto a dividersi tra le palestre di Losone, Biasca, Breganzona e Tenero. Inoltre anche a Lugano potrebbero essere organizzate gare di livello nazionale e internazionale: le nostre migliori atlete ottengono da anni ottimi risultati in tutta la Svizzera, ma molto raramente hanno la possibilità di ricevere gli applausi di parenti e amici nella loro città, quale premio per i sacrifici e le difficoltà che devono affrontare durante l’anno.

Le palestre previste all’interno del Palazzetto dello sport del PSE sono state progettate ascoltando anche il parere dei nostri responsabili tecnici e soddisfano tutti i requisiti richiesti dalla Federazione Svizzera di Ginnastica. Particolarmente importante è l’altezza dei soffitti, fondamentale per lo svolgimento di questa disciplina, che prevede spesso il lancio verso l’alto degli attrezzi utilizzati dalle ginnaste (nastri, palle, cerchi, clavette).

Se da responsabile del Gruppo di Ginnastica Ritmica Lugano-Breganzona ritengo quindi fondamentale la realizzazione del PSE per molte ragioni tecnico-sportive, da luganese doc mi permetto di aggiungere una considerazione personale su un aspetto rilevante. È previsto che una delle due torri a fianco del Palazzetto dello sport sia destinata a ospitare uffici dell’amministrazione comunale, che verrebbero riuniti in un’unica sede. Alcuni degli spazi sinora occupati nel centro cittadino (come quelli nell’edificio in Via della Posta, nel quale tra l’altro io sono cresciuta) sarebbero trasformati in appartamenti, contribuendo così a riportare abitanti nel nucleo della nostra città.

Invito quindi tutte le cittadine e tutti i cittadini a votare sì al PSE per sostenere lo sport e i nostri giovani, ma anche per ricreare un centro cittadino vivo e sociale come un tempo!

Manuela Molinari, responsabile Gruppo Ginnastica Ritmica Lugano-Breganzona

Ultime Notizie: Ospiti
  • 1