Accedi
Commenti

Omar Wicht - La risposta del Governo meglio tardi che mai

Parto dal presupposto che, la mia è una critica costruttiva.

Il nostro governo, ha usato una propria "strategia" per combattere questa pandemia, in modo "soft" e graduale, sottovalutando a mio avviso il problema.

Ora a distanza di 3 settimane, ci siamo ritrovati dal corteo del Rabadan con 20 mila persone a stretto contatto (è il virus era già partito a pochi km da noi), ad un divieto assoluto di assembramento di 5 persone massimo, causa multa di 100.- chf a persona.

Ci siamo ritrovati da, dogane spalancate, alla quasi totale chiusura per mesi se non anni.

Tutto questa lentezza nel decidere, ha influito moltissimo nella diffusione del virus.

Non sono io a dirlo, se si pensa che al sud Italia (regione immensa), i vari sindaci urlano a squarciagola, contro i 100 mila esodi di lombardi, mentre noi neanche un "cip" e ne entravano e uscivano 70 mila in un territorio 150 volte più piccolo del sud Italia.

Ora possiamo benissimo capire perché il Canton Ticino è in ginocchio.

Nei prossimi giorni, capiremo l'entità del danno subito, nel prendere le decisioni senza una immediata severità nel comprendere il problema. Magari anche Economie Suisse e Regazzi e soci imprenditori potranno darci delle delucidazioni.

Nelle prime conferenze stampa del nostro governo, mi è rimasta impressa la frase detta da un nostro consigliere di stato il quale disse, i frontalieri non sono un problema, vengono tutti dal raggio di 20km, quindi le dogane non risultano essere il problema prioritario.

Forse, passata questa epidemia, sarà interessante fare una riflessione, se veramente i nostri cari 70 mila frontalieri, vengono tutti da 20km del confine. Aimè io non la bevo, molti si "appoggiano" fittizziamente nei fatidici 20km e questa illegalità', può essere stata fatidica.

Questa mia riflessione, deve fare riflettere il governo ad essere un pò più duro nelle decisioni, nella consapevolezza che sono stati eletti dal popolo sovrano, il quale pretende chiarezza e concretezza.

Per fortuna (meglio tardi che mai), nell'ultima conferenza stampa di ieri (sabato 21.3), ho visto molta più decisione nelle autorità cantonali, soprattutto nel comandante della polizia cantonale Cocchi, nel suo volto ho visto la decisione che i Ticinesi vogliono.

Io mi fido, mi fido del nostro medico Cantonale, mi fido delle autorità, chiedo solo un pò più di decisione sopratutto quando si "parla con Berna", l'ho sempre detto, gli svizzeri tedeschi non hanno mai avuto una visione chiara anche in passato del Canton Ticino purtroppo.

Omar Wicht
Consigliere comunale Lugano

Redazione | 22 mar 2020 13:21

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'