Accedi
Commenti 2

Fabrizio Sirica - Ancora nessuna trasparenza sui finanziamenti alle campagne

Tutti i candidati al Consiglio di Stato interpellati sul tema hanno dichiarano di essersi autofinanziati le proprie campagne elettorali, anche coloro che ammettono di aver speso decine di migliaia di franchi. Sarebbero tutti “risparmi privati”, nessun ingente contributo da “amici facoltosi” o da lobby. Zero, nemmeno uno. Sono credibili queste affermazioni? Dal mio punto di vista no, nemmeno un po’.

È del tutto evidente che molti candidati sono rappresentanti di interessi di parte ed è anche logico che un’associazione di categoria sostenga, pure economicamente, persone con sensibilità vicine alle loro. In fondo in un sistema di milizia la cosa è pure comprensibile. Ma a una condizione, la trasparenza, perché non c’è democrazia senza di essa. I cittadini hanno diritto di conoscere i legami tra i politici e i loro finanziatori, solo così possono farsi un’idea di come una volta eletto il politico potrebbe essere influenzato.

Dichiarare i finanziamenti non è solo una questione etica. In Ticino c’è una legge che impone ai candidati di pubblicare i finanziamenti superiori ai 5’000 franchi (e ai partiti sopra i 10'000). È in vigore da più di 18 anni, è alla sua quinta campagna al Consiglio di Stato e su più di 200 concorrenti di questa competizione elettorale, dal 2000 ad oggi, non ha mai visto un candidato al governo dichiarare un solo finanziamento. Questo perché è tutto basato sull’autodichiarazione e sulla fiducia, non è previsto nessun tipo di controllo. È come se togliessimo i radar dalle strade e poi dicessimo che nessuno supera più i limiti di velocità.

Uno dei miei obiettivi se verrò eletto è regolarizzare questa situazione. Intendo proporre controlli sui finanziamenti alla politica (partiti, candidati, campagne di votazione) e delle sanzioni per coloro che non rispettano la legge. Penso che la totale opacità in cui versa la politica ticinese contribuisca ad un clima di legittima sfiducia dei cittadini nei confronti delle istuzioni, una sfiducia che questa ennesima campagna opaca non fa che alimentare. È urgente agire per la credibilità delle istituzioni!

Fabrizio Sirica, candidato del Partito Socialista per il Consiglio di Stato e Gran Consiglio 

Redazione | 15 mar 2019 14:25

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'