Scienza
Sintomi del coronavirus? "Non prendete anti-infiammatori"
Lo sostiene il Ministro della Salute francese, secondo il quale questi farmaci rischierebbero di far peggiorare la patologia
La Redazione
Sintomi del coronavirus? "Non prendete anti-infiammatori"
Sintomi del coronavirus? "Non prendete anti-infiammatori"

Il Ministro della Salute francese Olivier Véran mette in guardia su Twitter: i farmaci anti-infiammatori, tra i quali ibuprofene e cortisone potrebbero aggravare la condizione dei pazienti malati di coronavirus. Il Ministro ha quindi invitato la popolazione, in caso di febbre, ad assumere farmaci a base di paracetamolo.

Sotto processo i cosiddetti FANS: farmaci anti-infiammatori non steroidei, che comprendono prodotti come l'ibuprofene, il diclofenac (Voltaren) e anche la comunissima aspirina. Farmaci di comune utilizzo, specialmente in caso di influenza. Secondo Le Monde, di tutti i FANS l'Ibuprofene sarebbe uno dei principali indiziati del peggioramento delle condizioni di molti pazienti contagiati da coronavirus, come riportato da molti medici.

In ogni caso, nonostante queste informazioni, qualora voi stesse assumendo questi medicamenti vi invitiamo a non modificarne la posologia senza aver preso contatto con il vostro medico, come consigliato peraltro anche dalle autorità sanitarie francesi.