“Nuova mutazione aiuta il Covid a replicarsi meglio”
Questa mutazione potrebbe forse rendere il virus più contagioso, anche se è da dimostrare. “In laboratorio sembra renderlo più infettivo”
di Keystone-ATS
“Nuova mutazione aiuta il Covid a replicarsi meglio”

C’è una mutazione genetica del virus SarsCov2 diventata ora pandemica e che gli permette di replicarsi meglio e più velocemente all’interno delle cellule. Questa mutazione potrebbe forse rendere il virus più contagioso, anche se è da dimostrare.

Così come non è sicuro che possa causare forme più gravi di Covid-19. Lo spiegano sulla rivista Cell i ricercatori della Duke university e del laboratorio nazionale di Los Alamos negli Usa, guidati da Bette Korber. La mutazione, chiamata D614G, è avvenuta nella proteina Spike, che apre la strada al virus nelle cellule umane. In laboratorio sembra renderlo più infettivo.

“I dati mostrano che c’è una mutazione che permette al virus di replicarsi meglio, e forse di avere un’alta carica virale”, scrive sul Journal of the American Medical Association l’immunologo Anthony Fauci, non coinvolto nello studio. “Non si può dire se una persona con questa mutazione abbia un quadro peggiore - aggiunge - Sembra che il virus riesca a replicarsi meglio ed essere forse più trasmissibile, ma servono conferme”.

  • 1