Scienza
Gli adolescenti svizzeri quarti per consumo di cannabis
In materia di consumo di tabacco e alcool i giovani di 15 anni in Svizzera si situano a metà di una graduatoria stilata sulla base di un confronto a livello internazionale
La Redazione
Gli adolescenti svizzeri quarti per consumo di cannabis
Gli adolescenti svizzeri quarti per consumo di cannabis

In materia di consumo di tabacco e alcool i giovani di 15 anni in Svizzera si situano a metà di una graduatoria stilata sulla base di un confronto a livello internazionale. Figurano invece in "alto" alla classifica per quanto concerne il consumo di cannabis illegale. Lo studio internazionale Health Behaviour in School-aged Children (HBSC), realizzato sotto l'egida dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms-Europa) fornisce numerose informazioni sulla vita quotidiana degli studenti tra gli 11 e i 15 anni in 45 Paesi e regioni - essenzialmente europei - sulla base del più recente sondaggio (2017/2018). In quest'ultimo sono stati esaminati i comportamenti relativi alla salute e quelli a rischio, l'ambiente sociale e il benessere, ha comunicato oggi Dipendenze Svizzera. A livello interazionale l'alcool è la sostanza psicoattiva più comunemente consumata dai giovani: in Svizzera il 13% dei ragazzi e l'8% delle ragazze di 15 anni hanno dichiarato di essere stati veramente ubriachi almeno una volta nel mese precedente il sondaggio. Le cifre sono molto simili in Francia, ma più elevate in Italia, e addirittura nettamente più alte in Austria e in Germania. In Svizzera il 16% dei ragazzi e il 14% delle ragazze di 15 anni hanno dichiarato di aver fumato almeno una volta sigarette tradizionali nell'ultimo mese. Tali percentuali sono praticamente identiche in Germania, mentre Austria, Francia e soprattutto Italia presentano tassi maggiori.

Cannabis: in "alto" a classificaLa situazione non è invece rallegrante per quanto riguarda il consumo di cannabis illegale per il quale il quadro è molto simile a quello di indagini precedenti, sottolinea Dipendenze Svizzera: la Confederazione appare in "alto" alla classifica (il 13% dei ragazzi e l'8% delle ragazze nel mese precedente l'indagine) come l'Italia, la Germania e la Francia, mentre l'Austria si trova a metà della graduatoria. Lo studio HBSC è condotto principalmente in Europa, nel continente americano vi partecipa solo il Canada: quest'ultimo si piazza a distanza dietro la Svizzera per il consumo di sigarette tradizionali nel corso dell'ultimo mese, ma occupa come la Svizzera posizioni in alto alla classifica per quanto concerne il consumo di cannabis e la supera in fatto di ubriachezza nel corso degli ultimi 30 giorni. Un confronto nel tempo mostra un netto calo del consumo di alcool e sigarette tradizionali in Svizzera tra il 2010 e il 2014; questa tendenza non è tuttavia proseguita nel 2018. Anche i tassi per la cannabis risultano stagnanti.

I giovani si sentono beneNell'ambito dello studio gli studenti hanno valutato la loro soddisfazione per la vita "piuttosto elevata" o "elevata" (ragazzi: 89%; ragazze: 79%); hanno giudicato la loro salute buona o eccellente (ragazzi: 88%; ragazze: 81%). Una minoranza ha indicato di sentirsi abbastanza stressata, o molto stressata dal lavoro scolastico (ragazzi: 26%; ragazze: 33%). In termini di percezione del peso corporeo, il 25% dei ragazzi 15enni ritiene di essere "un po' o eccessivamente grasso". Una percentuale equivalente si considera "un po' o eccessivamente magro"; nelle ragazze della stessa età le percentuali sono rispettivamente del 45% e dell'11%. Una gran parte degli studenti 15enni ha affermato di sentirsi fortemente sostenuta dalla famiglia (ragazzi: 76%; ragazze: 71%). Il 69% dei ragazzi e il 79% delle ragazze ha definito elevato l'appoggio fornito dagli amici. Infine in Svizzera una minoranza degli studenti 15enni ha indicato di aver avuto già rapporti sessuali (ragazzi: 20%; ragazze 10%).

Sostegno famigliareMentre in generale il sostegno famigliare è giudicato buono nel confronto internazionale, altri indicatori potrebbero essere migliorati, per esempio il fatto di poter parlare "facilmente o molto facilmente" con il padre o la madre. Se si guardano i Paesi vicini, l'Austria ottiene migliori risultati in questo ambito, mentre la Francia, l'Italia e la Germania mostrano valori paragonabili a quelli della Svizzera o peggiori, conclude Dipendenze Svizzera, che ha condotto questo studio per la nona volta in Svizzera.