Premio Strega, vince Emanuele Trevi con “Due vite”
Lo scrittore era già andato vicino alla vittoria nel 2021. Per per la prima volta premiato un libro dell’editore indipendente Neri Pozza
di Keystone-ATS/MJ
Premio Strega, vince Emanuele Trevi con “Due vite”
Foto da Instagram del Premio Strega

Emanuele Trevi ha vinto il Premio Strega 2021 con 187 voti per il suo ‘Due vite’, “un libro che non assomiglia a nessun altro” come ha sottolineato Francesco Piccolo che lo ha presentato a questa edizione del più importante riconoscimento letterario italiano. Ma soprattutto un libro che porta per la prima volta alla vittoria Neri Pozza, un editore indipendente che ha fatto un grande lavoro di squadra.

“Lo dedico a mia madre che è mancata durante questo periodo infernale della storia umana che si sarebbe divertita a vedermi in televisione perché amava tutte le gare da X Factor a Sanremo. Mi dispiace moltissimo perché l’altra volta è rimasta malissimo che avevo perso. E poi a un amico, una persona molto familiare al Premio Strega che è un grande fotografo amico di Hemingway, Lorenzo Capellini che è in un momento di difficoltà e mi è stato vicino fino a qualche giorno fa, nel pieno di questa avventura” ha detto Trevi con la bottiglia di Strega in mano, abbracciato dagli amici e da Sandro Veronesi.

Lo scrittore era arrivato vicino alla vittoria del Premio Strega nel 2012 e proprio in virtù di quell’esperienza fino all’ultimo non ha dato nulla per scontato benché fosse il superfavorito. Tanto da affermare alla vigilia della serata “non dire gatto fino a che non ce l’hai nel sacco. Potrei anche arrivare quinto”.

Romanzo, autobiografia, ‘Due vite’ è un libro speciale che racconta l’amicizia che ha legato Trevi a due scrittori scomparsi prematuramente, Rocco Carbone e Pia Pera, restituendoci la loro personalità. Lo scrittore è arrivato alla finale un po’ provato a causa del fuoco di Sant’Antonio, ma pronto per un nuovo tour che avrà come prima tappa il Festival Libro Possibile, il 10 luglio a Polignano a Mare.

  • 1