Festival di Locarno: i nuovi comitati di selezione
Il direttore artistico Giona Nazzaro ha nominato i componenti dei comitati che si occuperanno di scegliere i film della rassegna
di fsu
Festival di Locarno: i nuovi comitati di selezione
Foto CdT/ Chiara Zocchetti

Il Festival di Locarno è pronto a partire. Il nuovo direttore artistico Giona Nazzaro ha, infatti, scelto i due comitati di selezione che lo aiuteranno a definire il programma di Locarno74. A comunicarlo è lo stesso Festival che sottolinea come il Consiglio direttivo abbia ratificato i nomi.

Quest’anno infatti le iscrizioni sono aperte in anticipo (a metà novembre) e si dovrà subito iniziare il lavoro di selezione. “Mettere a punto una squadra motivata, competente ed esperta, in grado di affiancare la direzione artistica è cruciale. I talenti selezionati sono professionisti dell’industria cinematografica la cui conoscenza e competenza è riconosciuta e rappresentano una pluralità di sguardi che incarna perfettamente l’idea di un Festival che guarda al futuro. Sono orgoglioso della squadra, composta nel rispetto della parità di genere e della ricerca artistica. Sono convinto che i risultati saranno all’altezza della tradizione del Locarno Film Festival”, ha commentato Nazzaro. La 74esima edizione del Locarno Film Festival si terrà dal 4 al 14 agosto 2021.

Selezione lungometraggi

La squadra che selezionerà i lungometraggi è composta da: Pamela Biénzobas, consulente cinematografica, critica e giornalista franco-cilena, collaboratrice di fondi cinematografici ed eventi industry quali La Fabrique des Cinémas du Monde, Abycine Lanza, CineGouna Platform e Doha Film Institute; Mathilde Henrot, francese, programmatrice del Sarajevo Film Festival, produttrice e cofondatrice della piattaforma Festival Scope Pro, nonché membro del comitato di selezione del Locarno Film Festival dal 2019; Stefan Ivančić, regista e produttore di Belgrado, le cui opere hanno ricevuto numerosi premi internazionali, e che ha fatto parte del comitato di selezione dei Pardi di domani dal 2017 al 2020; Giovanni Marchini Camia, critico e programmatore di nazionalità svizzera e italiana, autore per testate internazionali come The Guardian e Film Comment, direttore della rivista di cultura cinematografica Fireflies, nonché collaboratore del Locarno Film Festival dal 2017 per i progetti Locarno Talks la Mobiliare e Filmmakers Academy; Daniela Persico, critica cinematografica e programmatrice italiana vicina ai progetti artistici del Locarno Film

Selezione dei cortometraggi

Per la selezione dei cortometraggi, i Pardi di domani, sono stati invece scelti il responsabile di comitato Eddie Bertozzi, di nazionalità italiana, critico e studioso del cinema cinese attivo anche in ambito distributivo, e Program Manager della Settimana Internazionale della Critica della Mostra di Venezia dal 2009 al 2020; Anne Gaschütz, organizzatrice e programmatrice di festival tedesca, codirettrice di FILMFEST DRESDEN – International Short Film Festival e tra gli ideatori di Talking Shorts, rivista online dedicata alla critica di cortometraggi; Enrico Vannucci, advisor italiano per i cortometraggi alla Mostra del Cinema di Venezia dal 2014 al 2020, tra i fondatori del Torino Short Film Market e di Talking Shorts; infine, Valéria Wagner, svizzera, attiva nella produzione cinematografica a Zurigo, e membro dell’ufficio programmazione di Visions du Réel per l’edizione 2020.

I consulenti

Il direttore artistico ha scelto anche i consulenti dedicati a specifiche aree geografiche del mondo. Sono: Eddie Bertozzi, consulente alle sezioni competitive; Jihan El Tahri, regista, scrittrice, artista visiva e produttrice pluripremiata, direttrice Generale della DOX BOX ed esperta di cinema documentario, che svolgerà il suo lavoro tra Medio Oriente, Nord Africa, Turchia e Iran; Manlio Gomarasca, fondatore e caporedattore della rivista Nocturno Cinema, curatore di importanti retrospettive per la Mostra di Venezia e già consulente del comitato di selezione del Festival, che fornirà le sue competenze per il cinema di genere; KIM Young-woo, già programmatore di cinema asiatico per il Busan International Film Festival e selezionatore dell’Asian Project Market (APM), che si occuperà di Cina, Corea e Sud-est asiatico; Olaf Möller, critico, programmatore e consulente per musei e archivi cinematografici, già curatore della retrospettiva del Locarno film Festival sul cinema della giovane Repubblica Federale Tedesca, sarà consulente per Giappone, India e Russia; Tiny Mungwe, produttrice d’arte e documentari, già programmatrice del Durban International Film Festival e curatrice associata al programma del Durban FilmMart, che fornirà il suo supporto sul cinema dell’Africa subsahariana; infine John Nein, Senior Programmer al Sundance Film Festival dal 2001, curatore dell’iniziativa di conservazione di film del Sundance Institute, la Sundance Collection presso la UCLA e fondatore di Lost & Found at the Movies, serie di conversazioni sulla cultura cinematografica popolare, sarà consulente per il Nord America.

  • 1