A Cannes è febbre di Elvis
Il film, che racconta la storia di Elvis Presley, interpretato dall’astro nascente Austin Butler, e del suo rapporto con il manager, il colonnello Tom Parker interpretato da Tom Hanks, viene accompagnato dai Maneskin che sono nella colonna sonora con la loro versione dell’iconica hit “If I Can Dream”
Redazione
A Cannes è febbre di Elvis
Immagine Shutterstock

E’ febbre Elvis a Cannes. Tra qualche ora il red carpet più atteso, quello a ritmo rock’n roll per la prima mondiale di “Elvis” di Baz Luhrmann il visionario regista di “Romeo + Juliet” , di “Moulin Rouge!” e del “Grande Gatsby”.

Un film dedicato al King del rock
Il film, che racconta la storia di Elvis Presley, interpretato dall’astro nascente Austin Butler, e del suo rapporto con il manager, il colonnello Tom Parker interpretato da Tom Hanks, viene accompagnato dai Maneskin che sono nella colonna sonora con la loro versione dell’iconica hit “If I Can Dream”. I Maneskin, blindati all’hotel JW Marriott sulla Croisette da lunedì, poco fa hanno fatto le prove in spiaggia dove da giorni viene allestita la struttura che ospiterà questa notte, dopo la proiezione del film, un party che risulta in overbooking di centinaia di posti. A quel che è trapelato la band suonerà.

Al cinema dal 22 giugno
Elvis sarà solo al Cinema dal 22 giugno distribuito da Warner Bros. Il film è stato accolto calorosamente dalla famiglia di Presley, morto nel 1977 all’età di 42 anni dopo una discesa nella tossicodipendenza. Sua nipote l’attrice e modella Riley Keough, che si trovava a Cannes per il suo debutto alla regia “War Pony” qualche giorno fa, ha detto di aver visto il film con sua madre, Lisa Marie Presley, e sua nonna, Priscilla Presley. “Ci sono molti traumi familiari e traumi generazionali che sono iniziati lì intorno. È stata un’esperienza molto intensa”, ha detto ai giornalisti. Secondo voci raccolte sulla Montée des Marches questa sera potrebbe esserci anche Priscilla Presley, 77 anni, vedova di The King, che aveva sposato nel 1967 e da cui aveva divorziato nel ‘73.

  • 1