Accedi
Commenti

YouTube spegne 15 candeline

Nel 2005 proprio nella giornata degli innamorati tre giovani decisero di dare il via a questo progetto rivoluzionario

Era il 14 febbraio 2005, quando tre giovanissimi Chad Hurley, Steve Chen e Jawed Karim, all’epoca dipendenti di PayPal, decisero di dare il via ad un progetto estremamente ambizioso per quei tempi, che si sarebbe però trasformato in una vera e propria rivoluzione per il mondo della distribuzione dei video (e non solo).

Motivi della fondazione
Sui motivi della fondazione di YouTube esistono in realtà due diverse versioni: la prima è quella raccontata da Karim, la seconda dai suoi colleghi. Karim, infatti, a Usa Today, ha rivelato che l’impossibilità di reperire online due filmati specifici servì da ispirazione per creare una piattaforma dove caricare i propri video. I colleghi di Karim, però, sostengono che l'idea sia nata in tutte altre circostanze, addirittura in una serata in cui il terzo fondatore della piattaforma non era neppure presente: i due si resero conto di non aver alcuna possibilità di poter condividere i numerosi video registrati nel corso di una festa alla quale erano inviati, se non tramite email.

Un'idea da 1,65 milioni di dollari
In questi 15 anni YouTube ha conquistato l'immaginario collettivo diventando un vero e proprio sinonimo della propria categoria: così come l'iPod di Apple è sinonimo di "lettore mp3". YouTube è diventato uno standard, una necessità (e ormai un lavoro) la tecnologia di streaming video, che continua ad influenzare tutta l'industria audiovisiva, totalmente rivoluzionata da un concetto che ha cambiato il modo in cui tutti guardano le serie tv, i film, i concerti o qualsiasi altro contenuto in movimento. Senza la piattaforma di streaming video, probabilmente non sarebbero nate le webserie e, probabilmente, non esisterebbero neppure Netflix, Amazon Prime Video o servizi come Sky Go. L’idea di YouTube fu vincente fin tanto da essere rilevata da Google a ottobre 2006, per 1.65 miliardi di dollari. Ad oggi è il secondo sito web più visitato al mondo, alle spalle solamente di Google.

Il primo video
Il primo video caricato risale al 23 aprile 2005: si chiama 'Me at the Zoo' e fu girato davanti alla gabbia degli elefanti dello Zoo di San Diego da uno dei fondatori.

Gli YouTubers
Da contenitore di video amatoriali, la piattaforma è diventata un vero e proprio media globale che fa concorrenza alla tv. E ha fatto nascere nuove professioni legate alla rete (gli YouTubers) con fenomeni e personaggi diventati virali. Una strada in questi 15 anni fatta anche di problemi come la polemica per la diffusione di fake news insieme ad altre piattaforme e la multa pagata negli Stati Uniti per chiudere la disputa con le autorità sulle accuse di violazione della privacy dei bambini. Lo YouTubers più seguito al mondo è Felix Arvid Ulf Kjellberg, in arte PewDiePie, che ha iniziato la sua carriera pubblicando contenuti relativi ai videogiochi da lui giocati e commentati.

Nell'ultima trimestrale, Google per la prima volta ha comunicato nel dettaglio i risultati di YouTube: i ricavi nel 2019 sono risultati pari a 15,15 miliardi di dollari.

Il video più visto 
Il video più visto di sempre, invece, è la canzone "Despacito", il tormentone estivo del 2017 cantato da Luis Fonsi e Daddy Yankee. Con 6,62 miliardi di visualizzazioni

Redazione | 14 feb 2020 17:48

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'