Migranti, 56 persone salvate nella Manica
Numerose nazionalità, secondo l’agenzia France Presse, erano presenti a bordo del gommone, tra cui eritrei, etiopi, nigeriani, egiziani ma anche afghani e vietnamiti
Redazione
Migranti, 56 persone salvate nella Manica

Cinquantasei migranti in difficoltà sono stati soccorsi nella Manica, al largo delle coste francesi, mentre tentavano di raggiungere l’Inghilterra a bordo di un’imbarcazione di fortuna: è quanto riferito dalle autorità francesi.

Numerose nazionalità, secondo l’agenzia France Presse, erano presenti a bordo del gommone, tra cui eritrei, etiopi, nigeriani, egiziani ma anche afghani e vietnamiti. L’imbarcazione gonfiabile, un “longboat” nero col motore andato in avaria durante la traversata era già stato segnalato ieri, poi accostato da una motovedetta della gendarmeria marittima prima del salvataggio. Una donna incinta con cinque bambini al seguito è stata tra i primi ad essere soccorsa. Tra i naufraghi anche altri numerosi bambini.

Tutti sono stati tratti in salvo a bordo di un rimorchiatore, con vestiti caldi, biscotti e pelouche per i più piccoli. Sono stati fatti sbarcare sul porto di Boulogne-sur-mer, assistiti dai pompieri e dagli agenti della Police aux Frontières (Paf). Da fine 2018, le traversate illegali della Manica si vanno moltiplicando malgrado i ripetuti avvertimenti delle autorità parigine che mettono in guardia dai pericoli legati alla densità del traffico, delle forti correnti e dalla fredda temperatura dell’acqua. Lo scorso novembre, lo stesso braccio di mare tra Francia e Gran Bretagna si è trasformato in un cimitero, con il tragico naufragio di un gommone costato la vita a 27 migranti in rotta verso la Gran Bretagna.

  • 1