Accedi
Commenti 2

Biden: "Arrestato per Mandela", ma i media lo sconfessano

Gaffe dell'ex-vicepresidente americano, ora candidato alla presidenza, alla vigilia del voto in South Carolina

Per almeno tre volte nelle ultime settimane Joe Biden ha raccontato nella sua campagna presidenziale di essere stato arrestato in Sudafrica mentre tentava di far visita a Nelson Mandela ma i media statunitensi, a partire dal New York Times, lo hanno smentito mettendolo in imbarazzo proprio alla vigilia della primarie in South Carolina, dove è in palio il voto dei neri.

La gaffe ricorda quella di Hillary Clinton nel 2016, quando un video smontò il suo racconto che era sbarcata in Bosnia sotto il fuoco di un cecchino.

Biden non ha mai scritto nelle sue memorie di questo arresto né lo ha mai menzionato prima, sottolinea il Nyt, che non ha trovato alcuna traccia dell'episodio. Il Washington Post definisce "ridicole" le sue affermazioni e gli affibbia quattro 'Pinocchio'.

L'ex vicepresidente, quando era senatore, si prodigò a favore del movimento anti-apartheid contribuendo a far approvare sanzioni contro le società che facevano affari in Sudafrica dopo il veto del presidente Ronald Reagan ma non c'è alcun elemento che provi il suo arresto. A differenza del senatore Bernie Sanders, che invece fu arrestato mentre partecipava ad una protesta per i diritti civili all'università di Chicago.

Keystone-ATS | 26 feb 2020 06:15

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'