Accedi
Commenti 2

Ammette i ritardi nella scoperta del virus, viene sostituito

Wang Zhonglin è infatti il nuovo capo del Partito comunista cinese di Wuhan. Non è stata l'unica testa a saltare...

Wang Zhonglin è il nuovo capo del Partito comunista cinese di Wuhan, la città focolaio del nuovo coronavirus che ha causato nel Paese oltre 1350 vittime.

Sostituito il capo del Partito comunista 
Wang, ha riferito l'agenzia Xinhua, sostituisce Ma Guoqiang che, a fine gennaio in un'intervista alla tv statale Cctv, aveva ammesso i ritardi nella scoperta del coronavirus. "In questo momento mi sento in colpa, con rimorso e rimprovero - aveva detto Ma -. Se fossero state adottate prima le misure di controllo rigorose, il risultato sarebbe stato migliore di quello attuale".

Non è stata l'unica testa a saltare
Zhang Xiaoming è stato rimosso da direttore dell'Ufficio per gli affari di Hong Kong e Macao presso il Consiglio di Stato, il governo cinese, e degradato a semplice vice direttore nel dipartimento. Al suo posto Xia Baolong, vice presidente e segretario generale del Comitato nazionale della Chinese People's Political Consultative Conference (CPPCC), uno degli organi consultivi di massimo livello, ed ex segretario del Pcc dello Zhejiang.

La Cina ha anche rimosso dalla sua carica Jiang Chaoliang, il segretario del Partito comunista cinese (Pcc) dell'Hubei.

Keystone-ATS/MMINO | 13 feb 2020 07:35

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'