Credit Suisse vuole nuovo sistema di remunerazioni
Dopo gli scandali con i fondi Greensill e Archegos, costati miliardi, la grande banca intende instaurare una remunerazione variabile in modo da evitare che vengano presi rischi eccessivi
di Keystone-ATS
Credit Suisse vuole nuovo sistema di remunerazioni
Immagine Shutterstock

Credit Suisse ha deciso di modificare il suo sistema di remunerazioni, dopo gli scandali con i fondi Greensill e Archegos, costati miliardi. L’obiettivo è tenere maggiormente conto dei rischi.

L’intenzione è quella di instaurare una remunerazione variabile in modo da evitare che vengano presi rischi eccessivi, hanno spiegato il presidente del consiglio d’amministrazione Antonio Horta-Osario e il CEO Thomas Gottstein in un’intervista diffusa oggi dalla NZZ am Sonntag. I dettagli della riforma dovrebbero essere presentati nel primo semestre 2022.

Credit Suisse vivrà in generale un riorientamento sostanziale, hanno sottolineato i due responsabili. La banca trasferirà 3 miliardi di franchi di capitale dalla banca d’investimento alla gestione patrimoniale. È inoltre prevista l’assunzione di 500 nuovi consulenti per la clientela entro il 2024.

  • 1