Accedi
Commenti

Helvetia: buoni risultati nel 2018

L'assicuratore ha realizzato un utile netto di 431 milioni nel 2018, in crescita del 7% rispetto all'anno precedente

L'assicuratore sangallese Helvetia ha realizzato lo scorso anno un utile netto di 431 milioni di franchi, il 6,9% in più del 2017. Il giro d'affari è salito del 3,9% a 9,07 miliardi.

"Nonostante la difficile situazione dei mercati finanziari, abbiamo ottenuto un risultato solido", ha commentato il CEO Philipp Gmür, citato in un comunicato.

Nel settore Non vita l'utile prima delle imposte è aumentato dell'8,7% a 332 milioni di franchi. Sul risultato ha comunque inciso in maniera negativa la performance nettamente più debole dei mercati azionari, cosa che ha comportato una contrazione dei risultati da investimenti, indica la nota. Grazie a minori oneri legati alle calamità naturali, il rapporto tra i costi dei sinistri e altre spese rispetto ai premi (combined ratio) è migliorato dal 91,8 al 91,0%.

Nel settore Vita l'utile è per contro diminuito del 23,4% a 147,9 milioni di franchi. Le minori spese per riserve supplementari dovute agli interessi in Svizzera e in Europa nonché le partecipazioni alle eccedenze di livello inferiore non sono riuscite a compensare del tutto i risultati tecnici più modesti e il netto calo degli utili degli investimenti di capitale, rileva Helvetia. Ma le nuove attività, in particolare, hanno registrato uno sviluppo molto soddisfacente. Nell'esercizio 2018 il margine dei nuovi contratti è rimasto praticamente stabile all'1,7% (2017: 1,8%).

Il capitale proprio è sceso del 2,5% a 5,1 miliardi di franchi. Viene proposto un dividendo di 24 franchi, ossia uno in più che in precedenza. Inoltre il consiglio d'amministrazione chiede il frazionamento di azioni con un rapporto 1 a 5, per tener conto del buon andamento della quotazione registrato negli ultimi anni e del suo elevato livello, rendendo quindi ancora accessibile un titolo azionario considerato attrattivo da un'ampia platea di investitori.

Le cifre presentate non rispecchiano completamente le attese degli analisti contattati dall'agenzia Awp: l'utile netto è in linea con le previsioni (430,8 milioni), la combined ratio è superiore (91,7%), ma il capitale proprio è più basso di quanto pronosticato (5,21 miliardi).

Keystone-ATS | 6 mar 2019 09:03

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'