Accedi
Commenti

5 trucchi per slanciare la figura e 5 errori da evitare!

Il focus non è sembrare più magre o non accettarsi, il punto è saper mettere in risalto il proprio fisico evitando questi errori di stile.

Il desiderio di apparire slanciate è sicuramente uno dei maggiori crucci delle donne che magari non essendo particolarmente alte o essendosi appesantite per mancanza di esercizio o a causa di un'alimentazione scorretta aspirano a donare maggiore slancio alla propria silhouette.

Ogni donna ha il suo corpo, le sue forme e le sue taglie, il punto non è sembrare più magre o non accettarsi, il punto è saper mettere in risalto il proprio fisico evitando questi errori di stile.

Ognuna è libera di vestirsi come vuole, seguendo il proprio intuito per sentirsi a proprio agio. L'importante è stare bene con se stessi anche a dispetto delle tendenze del momento. 

L'obiettivo può essere raggiunto ricorrendo a diversi strumenti che vanno dall'abbigliamento fino alla pettinatura.

Ecco una guida con i trucchi e i consigli per slanciare la propria figura.

1. LA CAPIGLIATURA 

I capelli sono una parte fondamentale della bellezza di una donna e hanno il potere di farla apparire più o meno slanciata. Il capello corto, anche se non particolarmente amato dalle donne più femminili, è il taglio che consente di slanciare la silhouette, soprattutto la zona del collo e del busto. Il taglio maschile, il caschetto o il capello scalato di lunghezza media hanno il potere di allungare otticamente la figura. Per chi non desidera rinunciare alla propria chioma fluente la soluzione risiede semplicemente nel raccoglierli, magari in un elegante chignon.

2. L'IMPORTANZA DEGLI ACCESSORI

Gli accessori sono una parte fondamentale dell'abbigliamento, in quanto dotati anch'essi del potere di allungare o accorciare la figura. La borsa grande e capiente è sicuramente comoda, ma inadatta a far acquisire centimetri. L'ideale per chi necessita di uno slancio ottico sono le borse di piccole o medie dimensioni. Allo stesso modo sono da evitare i bijoux di dimensioni importanti che rischiano di infagottare ulteriormente la figura. Allo stesso modo vanno evitate le cinture grandi che stringono la vita, privilegiando quelle sottili. Il vero alleato della donna che vuole slanciare la propria silhouette sono le scarpe con il tacco. Intramontabili amici delle donne di tutti i tempi, i tacchi fanno acquisire centimetri e donano uno slancio formidabile a tutta la figura. Tuttavia, i tacchi vanno scelti nello stesso colore della scarpa per evitare l'effetto spezzato, per lo stesso motivo occorre rifuggire le scarpe con il cinturino che rendono tozza la gamba.

3. I WRAP DRESS E GLI SCOLLI A V

Meglio noti con il nome di wrap dress, gli abiti incrociati sono l'ideale per slanciare la figura, soprattutto delle donne con le forme più generose. La linea che attraversa il corpo lo assottiglia, mentre lo scollo a V allunga il collo e la zona décolleté. Lo scollo a V del resto è quello da preferire nel caso si stia cercando di slanciare la silhouette, mentre sono da evitare, per via dell'effetto infagottamento, i colli alti, soprattutto quelli di golfini spessi e robusti. Per le camicie si consiglia di privilegiare il collo alla coreana che slancia il collo e l'area del busto.

Per rendere più affusolata la figura si può optare per maniche sbarazzine, di lunghezza medio-corta, da evitare però nel caso di braccia importanti, in questo caso è preferibile la manica al gomito o completamente lunga.

4. I CENTIMETRI DELLA GONNA E DEI PANTALONI

La gonna al polpaccio è nemica delle donne alla ricerca di slancio, lo stesso discorso vale per le gonne a sirena, molte belle a vedersi, ma inadatte alle donne piccoline o con qualche chilo in più.
La gonna ideale è quella che scende fino al ginocchio o meglio ancora, nel caso in cui le gambe siano snelle, la minigonna. I pantaloni che rendono più affusolata la figura sono sicuramente quelli a sigaretta, dal taglio dritto e classico. Tuttavia, i pantaloni a palazzo sono tornati in voga e possono aiutare a slanciare la silhouette a patto che siano abbinati a scarpe dal tacco alto che restano coperte dai pantaloni. Sia nel caso delle gonne che dei pantaloni la vita alta risulta quella vincente poiché crea l'illusione di gambe più lunghe.

5. I COLORI

Tradizionalmente noto per il suo potere snellente, il nero è la tinta che ha il potere di slanciare otticamente la silhouette. Per chi volesse tentare un colore meno sobrio, può puntare su altre tinte, a patto che il risultato sia un look monocromatico. La presenza di più colori crea infatti l'effetto spezzato. Il bianco, associato comunemente ad un effetto di allargamento della figura, può in realtà trasformarsi in un alleato della silhouette quando il look è total white. Le fantasie o le righe diagonali possono essere usate nei tubini. Se poste a lato del capo in questione, producono l'illusione di un assottigliamento della zona del punto vita.
Per slanciare la figura occorre invece evitare le tinte fantasia, i tessuti con stampe importanti e la presenza di righe orizzontali. Per le donne in cerca di slancio, ma che non vogliono rinunciare alle righe, possono sceglierle in verticale dal momento che contribuiscono ad allungare la figura nella medesima direzione.

Alcuni capi d'abbigliamento rischiano di trasformarsi in veri e propri errori per la nostra morfologia corporea che, invece di mettere in risalto i nostri pregi, mettono in evidenza i punti di debolezza che ognuno di noi ha. 

1. LA LOUNGUETTE CHE TAGLIA LA GAMBA

La longuette è una gonna molto carina e raffinata: il suo più grande limite, però, è quello di tagliare la gamba appena sotto al ginocchio o, peggio, a metà polpaccio. Se la natura ci ha dotato di un fondoschiena importante ma di pochi centimetri di altezza da vestire, questo tipo di capo è da evitare. Anche quelle meno aderenti, a ruota ad esempio, rischiano di tagliare la figura e di allargarla orizzontalmente, anche se a vita alta. Se amate questo tipo di vita, preferite delle gonne più corte che slanciano la figura o, paradossalmente, più lunghe fino alle caviglie. 

2. I JEANS A VITA BASSA 

La vita bassa crea un problema di proporzioni e non riesce a gestire in maniera ottimale. Accorcia le gambe e spezza il busto nei punti meno sbagliati. Il jeans, poi, per quanto sia un must have a cui nessuna può rinunciare, difficilmente cinge morbidamente la vita, optate per modelli a vita alta. 

3. I PANTALONI A 3/4 

Sia capri che a palazzo, i pantaloni a 3/4 da sempre rappresentano un problema per tutte le donne anche le più slanciate. Similmente a quanto accade con la longuette, il pantalone a 3/4 interrompe le linee della gamba proprio a metà polpaccio, accorciando la figura e intozzendola. Che siano skinny tipo capri o che siano a palazzo, se si interrompono prima della caviglia non valorizzano la figura. 

4. LE MAGLIE A GIRO COLLO E QUELLE TROPPO ACCOLLATE

Il collo è da sempre sinonimo di sensualità femminile e va messo in risalto, cosa che non accade se lo nascondiamo con un maglione accollato. Altrettanto il decolleté rappresenta il trampolino di lancio esattamente a metà tra le curve del seno e le verticali del collo. Soprattutto se si ha un seno abbondante, le maglie a girocollo o molto accollate comprimono e mortificano lo slancio dato da clavicole e collo. Optate per uno scollo gentile, sia a v (anche molto profonda) che a barca, così da mettere in risalto le spalle.

5. LE SCARPE CON CINTURINO ALLA CAVIGLIA  

Come avrete capito, la questione è non interrompere le line verticali con quelle orizzontali. Il cinturino spezza la caviglia e non la mette in risalto come potrebbe fare un bel decolleté magari a punta (da evitare quella rotonda che non slancia). Lo stesso vale per le scarpe con il plateau o con una zeppa flatform, che invece di allungare il collo del piede e mostrarlo in tutta la sua sensualità, lo accorciano e lo intozziscono.

Ti sono serviti i miei consigli? Mandaci in redazione una foto dello stile che hai scelto al numero 0761025708, settimana prossima ci sarà una gallery con tutte le vostre immagini e se vuoi le possiamo commentare insieme!

Isabella Ratti

[email protected]

www.isabellaratti.com

 

Redazione | 20 set 2018 06:00

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'