Accedi
Commenti 18

"Perché c'è un pollaio illegale in zona residenziale?"

Beretta Piccoli e Gilardi interrogano l'Esecutivo di Lugano: "Vicini vittime della noncuranza del Municipio?"

I consiglieri comunali di Lugano Sara Beretta Piccoli (PPD e GG) e Stefano Gilardi (Lega) hanno inoltrato un'interrogazione al Municipio in merito alla presenza di un presunto pollaio illegale a Insone, quartiere in Val Colla. 

"Rumori molesti, odori sgradevoli, e non rispetto delle regole dovrebbero essere evitati o per lo meno impediti da parte dell’autorità" scrivono i due consiglieri comunali, che citano la recente campagna sulla riscoperta della cortesia, lanciata dal Municipio. "Non è però quello che avviene a Insone (quartiere di Lugano) dove, da oltre un anno, vi è un pollaio illegale in zona residenziale, con oltre 30 galline, 3 galli e diverse rumorose oche. Inoltre, vi è una vasca d’acqua per gli stessi, che permette la forte proliferazione di insetti, e zanzare, oltre a puzze insopportabili, che impediscono una normale convivenza tra vicini".

"La noncuranza e le lungaggini nel ripristino di una situazione di legalità" proseguono Beretta Piccoli e Gilardi, "stanno portando i vicini, che hanno più volte, in svariati modi richiesto un intervento da parte delle autorità, senza successo, al limite della sopportazione. Si può immaginare che se, ad esempio, a Molino Nuovo o in Piazza Riforma, qualcuno decidesse di tenere tutti questi animali, verrebbe probabilmente fatto celermente sgomberare".

Da qui le domande al Municipio:

- "Per quale motivo a Insone, quartiere di Lugano, persiste l’esistenza di un pollaio illegale in zona residenziale?

- Per quanto ancora i vicini di casa resteranno vittime della noncuranza del Municipio?

- I proprietari del pollaio hanno una fattoria ad alcuni chilometri di distanza dal centro abitato, per quale motivo non si richiede il trasferimento dei polli in quel luogo?

- Chi verifica che gli animali in questione abbiano sufficiente spazio e vengano accuditi in modo consono fino al trasferimento in un terreno preposto adeguato?

- Le vasche d’acqua adibite a bagno per le oche, permettono il celere proliferare di insetti e zanzare! Considerando che il Cantone ha promosso una campagna per evitare la riproduzione di questi insetti, per quale motivo non si procede alla rimozione di tale impianto?"

 



Redazione | 12 lug 2018 18:41

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'