Accedi

24 mesi per atti sessuali

Condannato un 45enne del Luganese che si è masturbato in più occasioni con un minore. Ma non ci fu coazione

24 mesi di carcere, di cui tre ancora da espiare. Questa la condanna inflitta a un 45enne ticinese, comparso in aula per essersi masturbato in più occasioni con un minore di 12 anni. 

La Corte delle assise criminali di Lugano, presieduta dal giudice Marco Villa, ha accolto parzialmente l’atto d’accusa, non ravvisando però la coercizione sessuale. Secondo la Corte, che ha giudicato gravi le colpe dell'imputato, il 45enne "si è comportato piuttosto da adolescente", ma non vi è stato "un piano di superiorità, di comando" da parte dell'uomo nei confronti della giovane vittima. Da qui il proscioglimento dalla coazione sessuale, ma la conferma del reato di atti sessuali con fanciulli. 

 

 

Redazione | 11 lug 2018 13:46