Accedi
Commenti 34

"Se indossi la maglia della Svizzera..."

Lorenzo Quadri bacchetta Xhaka e Shaqiri: "La Nazionale non va tirata in ballo in conflitti tra popoli balcanici"

Neppure al consigliere nazionale Lorenzo Quadri è andata giù l'esultanza di Xherdan Shaqiri e Granit Xhaka, costata loro un'inchiesta della FIFA (vedi articoli suggeriti). In un articolo pubblicato sul Mattino della Domenica il parlamentare leghista ha duramente criticato i due giocatori della Nazionale rossocrociata, al pari della scelta del trequartista dello Stoke di scendere in campo con la bandiera kosovara stampata su uno degli scarpini.

"Ora, se giochi per la Nazionale svizzera, punto primo non scendi in campo indossando simboli di altre nazioni, che sia sulle scarpe, sulle calze o sulle mutande, e secondo non esulti mimando l’aquila.  - scrive Quadri - Contro nessuna squadra avversaria: stai giocando per la Svizzera. E non risulta che sulla nostra bandiera figurino rapaci di alcun tipo (ce n’è mezzo su quella del Canton Ginevra, ma verosimilmente non era quello il riferimento…). Se poi esulti con l’aquila contro la Serbia, o vuoi provocare oppure, tanto per restare in tema, non sei proprio “un’aquila”. La nostra Nazionale non va tirata in ballo in conflitti tra popoli balcanici, che non le appartengono, non appartengono alla Svizzera e nemmeno le devono appartenere".

"Non si tratta, come ha detto qualcuno, di volerla “buttare sempre in politica”. Non è una questione politica. Indossare la maglia Svizzera significa rappresentare la Svizzera. Questo comporta anche delle responsabilità. Onori ed oneri. Troppo facile beneficiare dei primi e scaricare i secondi. Se poi indossi la maglia rossocrociata, ma non ti senti svizzero, evidentemente c’è un problema. Sia tuo che della Nazionale che di chi la dirige. Inutile dire che le prese di posizione dei gallonati dirigenti della Federazione a proposito delle “aquile” sono state altamente inconsistenti. Come da copione: né di qua né di là".

Per la cronaca, l'esultanza dei due centrocampisti che venerdì sera hanno affossato la Serbia non è andata giù neppure al consigliere nazionale PPD Marco Romano. "Ma se esulti per la Svizzera certi gesti non li fai! Non si fa, non mi piace!", aveva postato su Facebook dopo il fischio finale.

Redazione | 24 giu 2018 12:55

Articoli suggeriti
Per il politologo Nenad Stojanovic l'esultanza di Xhaka e Shaqiri "non ha niente a che vedere con un sano amor patrio e con l’integrazione"
Sotto inchiesta anche il ct serbo Krstajic, che aveva paragonato il Var al "maledetto Tribunale internazionale penale dell'Aja"
Festeggiamenti dopo le reti di Shaqiri e Xhaka che hanno permesso alla Svizzera d'avere la meglio sulla Serbia VIDEO
Grande euforia per i 3 punti conquistati contro la Serbia. Non sono mancate polemiche per l'esultanza di Xhaka e Shaqiri
Shaqiri premiato per la sua grande prova e per il gol-partita. Bene anche Sommer, Akanji, Rodriguez e Xhaka e pure Gavranovic, che non ha certo fatto rimpiangere Seferovic
Battendo in rimonta la Serbia, i rossocrociati opzionano la qualificazione agli ottavi di finale. L'ex centrocampista dello Stoke City e Xhaka imitano con le mani l'aquila albanese
Tuto Rossi non le manda a dire a Shaqiri: "Se scende in campo lancio una petizione per sostituire tutti i dirigenti"
Nella città natale di Xherdan Shaqiri in Kosovo sono spuntate bandiere rossocrociate. FOTO
Nuovo pronostico di Shakira e Shaqiri, le tartarughine dei Blues Brothes. Ma la partita sarà tirata!
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'