Accedi
Commenti

"Solidarietà con il Morel"

L’associazione Grande Velocità di Chiasso si schiera con il centro culturale luganese

A seguito della revoca dei permessi per lo svolgimento delle attività dello spazio Morel (vedi articoli suggeriti) l’associazione Grande Velocità vuole comunicare la propria solidarietà nella speranza che la programmazione dello spazio possa riprendere in tempi brevi.

"L’associazione Grande Velocità, promotrice del Progetto Vetrina presso lo Spazio Lampo a Chiasso si unisce a tutte le realtà culturali indipendendi (sul territorio Ticinese ma non solo) che sostengono Morel in quanto riferimento per le attività legate all’arte, alla musica e in generale alla cultura emergente", si legge nel comunicato stampa dell'associazione.

"I fatti delle ultime settimane hanno avuto l’effetto di avvicinare tutte quelle realtà non commerciali che promuovono l’arte e la musica nuova, prima di essere etichettata e consegnata alle grandi istituzioni pubbliche e private. Questo collegamento tra sperimentazione e istituzionalizzazione è fondamentale per la vita culturale di una città e per la sua ricchezza a lungo termine".

"Sostenere Morel significa quindi per noi sostenere tutte quelle realtà che ne condividono gli obiettivi e di conseguenza la visione di una cultura che riesce ad offrire ai cittadini un nuovo sguardo sulla realtà che ci circonda, oltre che ad intrattenere e svagare", conclude il comunicato.

Redazione | 16 mag 2018 16:24

Articoli suggeriti
Il SISA auspica maggiore considerazione da parte delle autorità comunali e chiede di rinnovare i permessi al centro culturale
Gli spazi dell'ex garage in via Adamini saranno a disposizione del Collettivo più a lungo di quanto annunciato inizialmente
Bertini replica alle accuse del collettivo dopo la revoca dei permessi. Borradori: "Pone qualche problema legale"
La città ha revocato i permessi per l'esercizio provvisorio e i concerti. Previsto un incontro con il Municipio di Lugano
Simona Buri (PS): "Morel, Turba, CSOA: cosa si fa per incentivare queste attività?"
Parla un portavoce del centro culturale: "Speriamo che la nostra esperienza possa essere un segnale positivo"
Il centro culturale ha avuto il nulla osta dal Municipio, almeno fino al prossimo luglio
Sembrava tutto fatto per la chiusura dello spazio culturale. Ma ci sarebbe un'ultima carta da giocare...
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'