Accedi
Commenti 16

"Ma la Lega non aveva posto una taglia sui radar?"

Il Municipio di Bellinzona risponde all'interpellanza di Enrico Zanti, che chiedeva di valutare la posa dei 'Multafot'

La Città di Bellinzona non introdurrà i 'Multafot', gli appositi apparecchi per rilevare le infrazioni ai semafori, in quanto il numero delle suddette infrazioni non è ancora "preoccupante".

La decisione è stata confermata ieri dal Municipio, che ha risposto all'interpellanza del consigliere comunale leghista Enrico Zanti. "Non è corretto valutare il tutto in base ad un possibile incasso - ha spiegato il Municipio - Di principio i controlli di Polizia non sono pensati per incassare denaro ma per garantire la sicurezza".

Non manca infine una stoccata all'indirizzo del deputato (e del suo Gruppo): "Si constata inoltre che in passato autorevoli rappresentanti del partito dell'interpellante avevano addirittura posto una taglia sui radar fissi e ora invece a Bellinzona ne chiedono il potenziamento".

Redazione | 16 mag 2018 15:35

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'