Accedi
Commenti 7

Morbio, "Quella naturalizzazione non va concessa"

Per Municipio e Commissione la richiesta di una 31enne kosovara è da respingere. Lei chiede di rivalutare il caso

Spetterà al Consiglio comunale di Morbio Inferiore esprimersi sulla naturalizzazione di una cittadina 31enne di origini kosovare, madre di cinque figli (nati tutti a Morbio Inferiore) e trasferitasi in Ticino quando aveva 8 anni. Stando a quanto anticipato da La Regione, infatti, secondo l’Esecutivo e la Commissione delle petizioni la richiesta è da respingere in quanto le condizioni di idoneità prevista da alcuni articoli della Legge sulla cittadinanza non sarebbero adempiute. Ovverosia la donna, che in passato ha percepito prestazioni assistenziali, non sarebbe in grado di provvedere al proprio sostentamento nonostante lavori in proprio”.

Il legale delle 31enne, l’avv. Marco Frigerio, ha invece evidenziato come le prestazioni assistenziali siano cessate da due anni e che la sua cliente si sia impegnata restituire quanto percepito. La decisione, come detto, spetterà al Legislativo nella seduta del 23 aprile prossimo.

Redazione | 16 apr 2018 07:57

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'