Accedi
Commenti 7

Sì alla sorveglianza dei beneficiari di AI: "Misura eccessiva"

Inclusione Andicap ritiene che il provvedimento approvato lunedì da Nazionale possa "ledere le persone con disabilità"

Riceviamo e pubblichiamo la presa di posizione di Inclusione Andicap Ticino in merito all’approvazione, da parte del Consiglio degli Stati prima e del Consiglio Nazionale poi, della legge che permette di sorvegliare i beneficiari di una rendita AI (vedi articolo suggerito).

"In data 14 dicembre 2017 è stata approvata, da parte del Consiglio degli Stati, con 32 voti conto 8 e una astensione, la Legge federale sulla parte generale del diritto delle assicurazioni sociali (LPGA). Lunedì si è espresso a favore anche il Consiglio nazionale. Secondo la nuova normativa un beneficiario di una assicurazione sociale deve poter essere sorvegliato se vi è il sospetto di abusi. Consci che essi debbano essere individuati, puniti ed eliminati, sottolineiamo però che sono, ad oggi, limitati (650 casi su 220'000 beneficiari). Si ritiene quindi che i mezzi di controllo debbano essere commisurati alle singole situazioni e non violare le libertà personali previste dalle attuali disposizioni legali.

Alla luce di quanto deciso inclusione andicap Ticino ritiene quindi la misura eccessiva ed invita alla riflessione. Inclusione andicap Ticino crede nella libertà individuale e ricorda che provvedimenti di questo tipo possono ledere le persone con disabilità. L’Associazione condivide la presa di posizione di Inclusion Handicap (l’ente mantello che raggruppa 25 organizzazioni fra le quali anche inclusione andicap ticino) che ritiene che il Consiglio degli Stati, ed ora anche il Consiglio nazionale, si sia spinto oltre il dovuto. I princìpi dello Stato di diritto sono calpestati poiché viene permessa una sorveglianza nella sfera intima e privata delle persone (le persone sospette potranno essere osservate anche all’interno della loro casa).

Nondimeno è importante anche sottolineare che molti potenziali beneficiari di prestazioni sociali rinunciano a far valere i propri diritti. Non limitiamoci quindi a combattere solamente gli abusi per ridurre le spese; favoriamo un dialogo fra persone ed assicurazioni affinché tutti ricevano le giuste prestazioni".

Redazione | 14 mar 2018 11:33

Articoli suggeriti
Il Nazionale ha approvato l'iniziativa che vuole rafforzare la base legale per sorvegliare gli assicurati "sospetti"
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'