Accedi
Commenti 2

Beltraminelli sull'"incredibile galassia Gasperini"

Il ministro risponde all'interpellanza di Ghisletta: "Amministratore e direttore sono due cose diverse. Ma rivaluteremo"

Il direttore del DSS Paolo Beltraminelli ha risposto oggi in aula all'interpellanza del deputato socialista Raoul Ghisletta (il quarto atto parlamentare riguardante l'intera vicenda, ndr), nella quale chiedeva lumi sul caso Gasperini. Questo a seguito della situazione sollevata dal sindacato VPOD, che parlava di una "situazione di sfruttamento degli operatori sociosanitari" presso il servizio di assistenza e cura a domicilio Victoria Multiservices, che precedentemente erano stati licenziati da Assistenza Domiciliare Paradiso Sagl (vedi articoli suggeriti).

"La signora Gasperini figura come gerente di una società dal 2 ottobre 2017 e come amministratrice con firma individuale della Victoria Multiservices Fisiospitex di Délémont dal 22 novembre 2017, mentre la succursale di Melano è diretta da un'altra persona. In tal modo la signora Gasperini - scriveva Ghisletta  - potrebbe sfuggire alla limitazione impostale". 

Domande a cui ha risposto oggi il ministro: "Nel 2015-2016, tramite Liberty Life/LA Exit/Carpe Diem la signora in questione, a cui facevano capo queste associazioni, dava assistenza a residenti dall'estero, in particolare dall'Italia. Da circa un anno queste organizzazioni (le cui modalità sono discutibili) sono inattive".

"Dal 2012 non può più avere funzioni dirigenziali mentre nel dicembre 2015 il DSS ne ha disposto la sospensione a titolo cautelativo per ogni attività da infermiera a titolo dipendente o indipendente, vietandole ogni attività di tipo sanitario" ha aggiunto Beltraminelli. "Il ricorso è stato recentemente respinto dal TRAM". 

Fino a ottobre 2017 la signora Gasperini non è mai figurata come gerente della Sagl di Paradiso, oggetto dell'interrogazione di Ghisletta, ha precisato ancora il ministro della sanità: "L'Ufficio di sanità è venuto casualmente e conoscenza dea sua assunzione e in data 11 ottobre 2017 ha intimato alla società di indicare un nuovo nominativo del dirigente. La signora ha sostenuto di aver rispettato quanto disposto nei suoi confronti indicando due nominativi che ricoprivano la funzione di direttore sanitario e direttore operativo".

"Comparire nel Registro di commercio come amministratore non equivale alla direzione operativa della società", ha puntualizzato Beltraminelli. "Solo a inizio 2018 l'Ufficio della sanità è venuto a conoscenza del licenziamento del direttore sanitario e del direttore operativo". Il DSS ha quindi chiesto alla Sagl di indicare i nuovi nominativi. "La richiesta è rimasta inascoltata e il Dipartimento ha disposto la revoca dell'autorizzazione di esercizio quale spitex".

"L'attività della signora sarà oggetto di rivalutazione", ha concluso Beltraminelli. 

Redazione | 13 mar 2018 18:25

Articoli suggeriti
Il deputato socialista Raoul Ghisletta ha inoltrato un quarto atto parlamentare. "Aggira le regole?"
L'amministratrice di Victoria smentisce le accuse del VPOD: "Attività appena avviata, non dobbiamo niente a nessuno"
Il VPOD denuncia lo sfruttamento degli operatori della filiale di Melano, che da novembre non vengono pagati
La donna che praticava il suicidio assistito a Melano e Chiasso colpevole di un raggiro da 1,2 milioni
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'