Accedi
Commenti 8

Politici pagati in buoni acquisto, anche in Ticino...

A Bellinzona pendente la proposta di pagare parte delle indennità dei consiglieri comunali in buoni acquisto

Non sono solo i comuni svizzero-tedeschi a voler introdurre dei buoni acquisto al posto dei gettoni di presenza dei consiglieri comunali per ravvivare i commerci cittadini (vedi articolo suggerito). Una proposta in tal senso è pendente pure nel comune di Bellinzona, dove il gruppo dei Verdi ha inoltrato nel luglio 2017 una mozione, con la quale si chiede che una percentuale delle indennità venga pagata, nella misura del 10%, in buoni acquisto realizzabili presso commerci con sede giuridica nel comprensorio comunale.

La mozione, conferma a Ticinonews il co-cordinatore dei Verdi Ronnie David, è attualmente pendente in Commissione della legislazione. Ancora deve essere redatto un rapporto favorevole o contrario alla proposta. Se ne saprà dunque di più nei prossimi mesi...

Redazione | 13 mar 2018 13:00

Articoli suggeriti
Una mozione innovativa è stata accolta in un comune del Giura bernese: buoni acquisto al posto del gettone di presenza
A Bellinzona una mozione propone di pagare parte delle indennità dei consiglieri comunali in buoni acquisto
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'