Accedi
Commenti

Stabio-Arcisate: "Creare Park&Rail con i ristorni?"

Marco Romano chiede al Consiglio federale di vincolare i ristorni ad opere di trasporto transfrontaliero

"Imposizione dei frontalieri in Ticino: i ristorni 2018 e 2019 sono vincolabili alla realizzazione di opere infrastrutturali di trasporto transfrontaliero?" Questa in sostanza la domanda contenuta in un'interpellanza del Consigliere nazionale Marco Romano inoltrata oggi al Consiglio federale. 

"L’accordo fiscale vigente sull’imposizione dei frontalieri in Ticino prevede un annuale versamento di una quota parte del 38,8% dell’importo totale incassato dall’erario svizzero a favore dell’Italia, comunemente definito ristorno" scrive Romano. "Il versamento è eseguito dall’autorità cantonale nell’ambito dell’accordo bilaterale CH-I vigente. Storicamente il ristorno, che lo Stato centrale italiano riversa ai comuni di frontiera e che garantisce per quest’ultimi una risorsa fiscale rilevante, ha anche una valenza di compensazione fiscale destinata a coprire spese e investimenti per infrastrutture pubbliche".

"Nel gennaio 2018" ricorda il consigliere nazionale PPD ticinese, "è stata attivata la linea ferroviaria Varese-Stabio-Mendrisio-Lugano, un’opera internazionale destinata ad offrire un servizio ferroviario pubblico efficiente per gestire il traffico transfrontaliero tra Nord Italia e Ticino. Il collegamento ferroviario rappresenta un’opportunità per gli oltre 60 mila frontalieri che si muovono quotidianamente nella regione. L’utilizzo massiccio della ferrovia decongestionerebbe notevolmente le strade che sono al collasso. A collegamento avviato, è emersa la problematica della cronica e grave mancanza di posteggi presso le stazioni ferroviarie su lato italiano. Il trasporto pubblico su gomma verso le stazioni ferroviarie italiane è carente e l’assenza di posteggi atti a stimolare il Park&Rail (P&R) presso le stazioni compromette l’utilizzo della ferrovia". 

Per questi motivi Romani pone le seguenti domande al Consiglio federale: 
1) Il Consiglio federale intravede l’opportunità di discutere con l’Italia la possibilità che i ristorni dei prossimi anni, ad esempio 2018 e 2019, siano destinati specificatamente a realizzare parcheggi P&R presso le stazioni italiane della linea ferroviaria Varese-Lugano?
2) Il quadro normativo internazionale vigente permette di creare un vincolo formale per l’utilizzo dei ristorni per realizzare parcheggi P&R?
3) In assenza di possibilità formali, quali azioni intende intraprendere la Confederazione per stimolare la realizzazione delle opere necessarie a utilizzare la linea ferroviaria?
4) Quale margine è dato al Cantone, nell’ambito delle proprie competenze di politica internazionale transfrontaliera, di costruire un accordo con la regione Lombardia che vincoli l’utilizzo dei ristorni alla realizzazione dei P&R?
5) Il Consiglio federale intravvede altre possibilità politiche e operative per realizzare le infrastrutture mancanti?

Redazione | 8 mar 2018 09:02

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'