Accedi
Sfoglia la galleryCommenti 8

Uguali o diversi? Un bel dilemma...

Non si placa la polemica sulla paternità del nuovo logo di Lugano Turismo. Per ProLitteris non è plagio, ma...

Sono uguali o sono diversi? Non si placa affatto la polemica sulla paternità del nuovo logo di Lugano Turismo in atto tra l'ente, che lo ha presentato nei giorni scorsi, e l'artista ticinese d'origini irachene Al Fadhil, che sostiene di aver ideato il medesimo simbolo nel 2008, in occasione di una performance al Kunst Museum di Zurigo.

Come riporta il Corriere del Ticino ProLitteris, la Società svizzera dei diritti d'autore per la letteratura e l'arte vistiva, non ritiene che si possa parlare di plagio. Al Fadhil avrà comunque la possibilità di procedere autonomamente per vie legali.

Maggiori dettagli sul Corriere del Ticino

Redazione | 8 mar 2018 05:45

Articoli suggeriti
Fabio Caselli, direttore dell'azienda che ha creato il simbolo dell'ente turistico luganese, fa doverose precisazioni
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'