Accedi
Commenti 11

"Il logo di Al Fahdil non ha nulla a che fare con il nostro"

Fabio Caselli, direttore dell'azienda che ha creato il simbolo dell'ente turistico luganese, fa doverose precisazioni

Per approfondire ulteriormente la questione legata al nuovo logo di Turismo Lugano e a quello dell’artista Al Fahdil, Ticinonews ha interpellato Fabio Caselli, responsabile dell’omonima Caselli Strategic Design di Mendrisio, creatrice del nuovo simbolo dell'ente turistico luganese.

“Su questa vicenda va fatta una doverosa precisazione legata al logo di Al Fahdil. In quello che appare sul vostro articolo e che risale al 2008, si scorge indistintamente la lettera F, mentre nel nostro, presentato per la prima volta al CdA di Lugano Turismo nel 2015, la lettera è chiaramente una L”.

“Incuriosito" continua a spiegare Caselli, "ho consultato Facebook scoprendo che quello legato al profilo di Al Fahdil, è un’evoluzione datata 2017, che nulla ha a che fare con il primo, presentato dall’artista di orgine irachena sotto forma di performance al Kunsthaus di Zurigo nel 2008. E questa versione evoluta, nulla, ma proprio nulla, ha a che fare con il nuovo simbolo di Lugano Turismo".

"Inoltre" aggiunge Caselli, "voglio sottolineare il fatto che in casi del genere, per essere certi bisognerebbe andare a controllare una miriade di loghi precedentemente registrati che si sono ispirati alla croce svizzera. In questo senso, basti pensare, tanto per fare un esempio, a quello adottato dalle FFS”.

r.q.

Redazione | 1 mar 2018 17:00

Articoli suggeriti
Silvia Gasparini, responsabile della comunicazione di Lugano Turismo, nega qualsiasi connessione
L'artista Al Fadhil avrebbe già presentato un logo pressoché identico: "Anche un cieco vedrebbe che è lo stesso"
È stato presentato il nuovo marchio territoriale "per far scoprire la destinazione in tutto il mondo". FOTO
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'