Accedi
Commenti 24

Il Governo inamovibile sulla propria busta paga

Sgradita la soluzione della Sottocommissione parlamentare, si va verso un consulente esterno super partes

La polemica attorno ai rimborsi spese non è l’unico argomento spinoso tra Governo e Parlamento, confrontati ora con i tira e molla sulla revisione della legge che regola il salario dei consiglieri di Stato. Nell’aprile del 2016 l’Esecutivo aveva licenziato il messaggio contenente una nuova proposta per sistemare le condizioni retributive e previdenziali dei membri del Governo.

Negli scorsi giorni il Consiglio di Stato ha preso posizione sulla controproposta elaborata dalla speciale Sottocommissione che si occupa del dossier. Malgrado il giudizio negativo, particolarmente per quanto attiene ad un possibile assoggettamento dei consiglieri di Stato all’Istituto di previdenza del Canton Ticino, il Governo non arretra di un passo ribadendo la soluzione originale che prevede una gestione delle misure tramite i servizi centrali dell’Amministrazione cantonale.

Ma dato che i membri della Sottocommissione non hanno affatto digerito la posizione governativa, dopo essersi riuniti martedì, sono ora intenzionati ad incontrare il Governo. Inoltre, stando a quanto scrive il Corriere del Ticino, per cercare di risolvere il contenzioso, potrebbe venire richiesto il parere di un consulente esterno, super partes.

A questo punto, in attesa di una fumata bianca, continua a fare stato la base di calcolo del passato che fissa a 244'062 franchi annui l’onorario dei cinque consiglieri di Stato.

Maggiori dettagli nell'edizione odierna del Corriere del Ticino

Redazione | 1 mar 2018 05:11

Articoli suggeriti
Il Governo ribadisce la volontà di fare chiarezza "sulle procedure ereditate dal passato" in accordo con il Gran Consiglio
Il deputato MPS la vorrebbe settimana prossima, per decidere su un ricorso contro l'eventuale decreto di abbandono
La decisione del pg John Noseda è attesa per domani, ma difficilmente sarà promossa l’accusa di abuso di autorità
Il partito giudica "preoccupante" la riapertura dell'inchiesta: "L'assenza di base legale va risolta entro l'estate"
I rimborsi dei ministri e del cancelliere potrebbero finire al vaglio di una Commissione parlamentare d’inchiesta
In base a nuova documentazione, il PG ha riaperto il procedimento contro ignoti per abuso di autorità
Il deputato MPS Matteo Pronzini commenta la lettera del Consiglio di Stato e attacca: "Sospendano i pagamenti"
Bertoli assicura che le questioni amministrative verranno sistemate. Il Governo scrive al GC: "La prassi resta"
Il Gran Consiglio non ricorrerà contro il decreto di abbandono. Il PPD ha proposto una Commissione d'inchiesta
L'Ufficio presidenziale invita a non ricorrere contro la decisione del pg John Noseda sul caso dei rimborsi dei consiglieri di Stato
Lo sostiene il PS, che si dice cauto sulla proposta targata MPS. Ma chiede comunque chiarezza
Matteo Pronzini proporrà Gran consiglio di decidere una pretesa di risarcimento dei "rimborsi illegali percepiti"
L'MPS rincara la dose sui rimborsi spese dei Consiglieri di Stato e del Cancelliere
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'