Accedi
Commenti 20

Rimborsopoli, Noseda convoca i Consiglieri di Stato

Dopo la riapertura dell'inchiesta, il PG interrogherà i ministri per decidere se promuovere o meno un'accusa

Il Procuratore Generale John Noseda il caso “Rimborsopoli” lo aveva chiuso il 14 febbraio scorso firmando un decreto d’abbandono. Il motivo? Stando agli accertamenti effettuati e al materiale trasmessogli emergeva un’assenza di dolo da parte dei presunti responsabili, Consiglieri di Stato ed ex Cancelliere, accusati di aver percepito per anni rimborsi e benefit senza una corretta base legale. Lo stesso Gran Consiglio mercoledì scorso aveva poi deciso di non impugnare il decreto.

Le cose però sono cambiate a ridosso del weekend. Giovedì Noseda riceve alcune informazioni aggiuntive. Si tratta di precisazioni importanti, che pare abbiano mandato il Pg su tutte le furie. Precisazioni secondo cui il Controllo Cantonale delle Finanze avrebbe segnalato più volte – nel corso degli anni – all’intero Governo, nonché all’ex Cancelliere Giampiero Gianella, che la prassi dei rimborsi fino ad allora adottata andava regolarizzata. Un’informazione che ha spinto Noseda a riaprire immediatamente l’incarto.

E proprio sul fronte giudiziario oggi è emersa una novità importante. I Consiglieri di Stato sarebbero infatti stati chiamati a rapporto dallo stesso Procuratore Generale, che nelle prossime ore interrogherà i membri dell’Esecutivo per chiarire i contorni della vicenda e per decidere se promuovere o meno un’accusa. L’ipotesi in questo caso è quella di abuso autorità.

L’obiettivo di Noseda è capire perché abbiano continuato a percepire rimborsi senza una base legale e soprattutto perché non abbiano informato l'Ufficio presidenziale del Gran Consiglio, malgrado le segnalazioni del Controllo Cantonale delle Finanze. Il motivo della negligenza, finora addotto, sembra infatti traballare.

Intanto però la vicenda si evolverà anche dal profilo politico. Come deciso dal Gran Consiglio il dossier domani arriverà infatti sul tavolo della sottocommissione finanze della Gestione incaricata fare chiarezza.

I tempi però sono strettissimi visto che il Legislativo ha fissato al 12 marzo il termine per la consegna del rapporto.

 

Romano Bianchi | 26 feb 2018 18:45

Articoli suggeriti
Il partito giudica "preoccupante" la riapertura dell'inchiesta: "L'assenza di base legale va risolta entro l'estate"
I rimborsi dei ministri e del cancelliere potrebbero finire al vaglio di una Commissione parlamentare d’inchiesta
In base a nuova documentazione, il PG ha riaperto il procedimento contro ignoti per abuso di autorità
Il deputato MPS Matteo Pronzini commenta la lettera del Consiglio di Stato e attacca: "Sospendano i pagamenti"
Bertoli assicura che le questioni amministrative verranno sistemate. Il Governo scrive al GC: "La prassi resta"
Il Gran Consiglio non ricorrerà contro il decreto di abbandono. Il PPD ha proposto una Commissione d'inchiesta
L'Ufficio presidenziale invita a non ricorrere contro la decisione del pg John Noseda sul caso dei rimborsi dei consiglieri di Stato
Lo sostiene il PS, che si dice cauto sulla proposta targata MPS. Ma chiede comunque chiarezza
Matteo Pronzini proporrà Gran consiglio di decidere una pretesa di risarcimento dei "rimborsi illegali percepiti"
L'MPS rincara la dose sui rimborsi spese dei Consiglieri di Stato e del Cancelliere
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'